Torino, Cairo: «Belotti? Per il momento nessuno si è fatto vivo»

Torino, Cairo: «Belotti? Per il momento nessuno si è fatto vivo»
di Alberto Mauro
2 Minuti di Lettura
Lunedì 10 Luglio 2017, 22:23

Il Toro riparte da casa sua, lo stadio Filadelfia, inaugurato ufficialmente un mese e mezzo fa e scelto come sede del raduno 2017/2018. Un tuffo nella storia, poche novità (Lyanco e Sirigu) e tante aspettative per la nuova stagione, con Urbano Cairo in panchina a godersi lo spettacolo. Più di 3500 tifosi sugli spalti, i più applauditi il nuovo capitano in pectore Andrea Belotti e Sinisa Mihajlovic, il Toro è pronto a ripartire e il presidente Cairo si coccola un attaccante da 100 milioni di euro. «Ci tenevo ad essere qui, è una giornata storica, ne è valsa la pena, è stato un grande battesimo del campo per il Fila. Belotti? Ha una clausola da 100 milioni, per il momento nessuno si è fatto vivo, spero che possa restare con noi. Un Toro senza Belotti non me lo immagino, o meglio, non me lo voglio immaginare. Voglio capire cosa pensa: io sono contento che rimanga qui, abbiamo rinunciato a discorsi importanti per lui, più passa il tempo meno possibilità ci sono che vada via. Ma ribadisco che ho intenzione di parlare con lui, per avere conferma della sua volontà. E’ un ragazzo straordinario, si è presentato il primo giorno in forma, si vede che il matrimonio gli ha fatto bene. Una deadline oltre la quale non varrà più la clausola di 100 milioni? Ne parleremo stasera a cena con Mihajlovic e Petrachi, poi troverò anche l’occasione per parlarne direttamente con lui. La sua volontà rimane un punto fondamentale. Un suo trasferimento in Italia non credo sia possibile».

Esaurito l’argomento più caldo Cairo elenca i nuovi arrivati. “Abbiamo riscattato Iago Falque, acquistato dal San Paolo Lyanco, un centrale difensivo di livello, riportato a casa Bonifazi, del ’96, e preso Milinkovic-Savic, un portiere serbo della Nazionale Under 21, oltre a  Sirigu, un altro portiere di altissimo livello. Cinque operazioni già completate, giocando di anticipo grazie alla programmazione, in più abbiamo tenuto tutti. Compreso Belotti. C’è ancora qualcosa da fare, ma se riuscissimo a tenere davvero tutti i nostri giocatori - come io spero fortemente -, sarebbe già un bel modo di iniziare la nuova stagione. E’ normale  che i giocatori che fanno bene siano ricercati da diverse squadre. Noi faremo ancora qualcosa, a centrocampo, un esterno, un vice Belotti e forse ancora un centrale difensivo. Paletta? Non amo parlare dei giocatori di altre squadre…”. Ultima battuta sulla Roma. “Non credo che Monchi  si sia divertito a vendere tanti giocatori della Roma, è bravo a fare plusvalenze ma magari avrebbe tenuto volentieri Salah e altri. Io sarei felice di non vendere nessuno”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA