Cataldi: «L'obiettivo è la Champions. Scudetto? Ci scherziamo su negli spogliatoi. Per ora. In bocca al lupo a Zaniolo»

Lunedì 13 Gennaio 2020 di Valerio Cassetta
Danilo Cataldi (foto Rosi)
«Lo scudetto non è un obiettivo con cui si parte, ma fare dieci vittorie di file è stata una cosa inaspettata». Non si pone limiti, Danilo Cataldi, centrocampista della Lazio sempre più coinvolto da Simone Inzaghi. «Le cose sono andate bene - racconta il classe ’94 a Radio Anch’io Sport -, ci abbiamo creduto fino all'ultimo in tutte le partite e stiamo portando a casa i frutti di quello che creiamo». Un cambio di mentalità rispetto al passato: «All'inizio non era così, non sfruttavamo tutte le nostre occasioni da gol». E il bello viene adesso: «Nello spogliatoio si scherza in maniera goliardica sullo scudetto, ma non mai abbiamo parlato seriamente di questo. Stiamo facendo bene, il nostro obiettivo rimane la Champions che ci siamo prefissati a inizio campionato». Insomma, testa al quarto posto senza farsi distrarre dall’alta classifica: «Tenevamo tanto anche all'Europa League, ma siamo usciti e quindi adesso stiamo mettendo anima e corpo negli allenamenti per raggiungerlo». La speranza per un traguardo storico resta: «Poi, se quando mancheranno cinque giornate, saremo ancora lì vicini, allora ci proveremo. Per ora pensiamo partita dopo partita». Infine, un pensiero per Zaniolo della Roma, che ieri sera durante la gara con la Juventus è uscito per un brutto infortunio al ginocchio: «Stavo guardando la partita, per queste situazioni non esiste colore della maglia che tenga - dichiara Cataldi - . L'ho conosciuto in uno stage della Nazionale, mi dispiace molto e non trovo neanche le parole. Spero si possa riprendere presto. Gli faccio un grosso in bocca al lupo».
© RIPRODUZIONE RISERVATA