MILAN

​Insulti a Ibrahimovic in Stella Rossa-Milan: la Uefa apre un procedimento

Mercoledì 3 Marzo 2021
Insulti a Ibra in Stella Rossa-Milan: la Uefa apre un procedimento

Gli insulti etnici a Zlatan Ibrahimovic a Belgrado durante Stella Rossa-Milan avranno un seguito. La Uefa ha ufficialmente aperto un procedimento disciplinare, dopo la prima indagine, sugli insulti razzisti all'attaccante svedese e non solo. «A seguito di un'indagine disciplinare condotta da un Ispettore Etico e Disciplinare della UEFA, è stato avviato un procedimento disciplinare in conformità con l'Articolo 55 (1) (d) del Regolamento Disciplinare UEFA (DR), a seguito degli incidenti verificatisi durante la gara di Europa League dei sedicesimi di finale tra FK Crvena Zvezda e AC Milan (2-2), giocata il ​​18 febbraio 2021 in Serbia.

Accuse contro FK Crvena Zvezda:
- Comportamento razzista - Art. 14 (2) DR
- Canto provocatorio e offensivo - Art. 16 (2) (e) DR
- Violazione del protocollo UEFA Return to Play - Paragrafi 4, 6 e 17.1.7 del protocollo UEFA Return to Play

Il caso sarà trattato dall'Organo Disciplinare, Etico e di Controllo (CEDB) UEFA a tempo debito". 

Nel match del 18 febbraio, a Ibra sarebbe stato rivolto dalla tribuna l'insulto “sporco baljia”, una grave offesa verso chi è di origine bosniaca musulmana come il padre dell’attaccante rossonero. Un episodio, ripreso anche da alcuni video, che aveva destato parecchie polemiche anche per la presenza stessa di quei "tifosi" allo stadio nonostante le restrizioni anti-Covid.


© RIPRODUZIONE RISERVATA