Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Calciomercato, ore decisive per Depay e Raspadori: così Juventus e Napoli piazzano i colpi last minute

Calciomercato, ore decisive per Depay e Raspadori: così Juventus e Napoli piazzano i colpi last minute
di Alberto Mauro
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 10 Agosto 2022, 13:33 - Ultimo aggiornamento: 11 Agosto, 12:47

La stagione è pronta a ripartire ma il mercato è ancora più aperto che mai, soprattutto per Juventus e Napoli, a caccia degli ultimi colpi per completare la rosa. L’Inter ha puntato forte su Lukaku e resiste agli assalti per Skriniar, il Milan ha inseguito e convinto de Ketelaere, mentre la Roma ha alzato l’asticella con Dybala e Wijnaldum. Juventus e Napoli hanno cambiato parecchio, salutando due punti di riferimento difensivi come de Ligt e Koulibaly, e ora si ritrovano con poco tempo per chiudere le ultime operazioni, per entrambi i club l’attacco è diventata una priorità. Il KO di Pogba è un brutto colpo per i bianconeri, l’uscita di Rabiot verso Manchester potrebbe accelerare l’arrivo di Paredes dal Psg, mentre si è bloccata la trattativa con il Valencia per Arthur. Il reparto offensivo nelle ultime settimane sta cambiando volto: gli addi di Dybala e Bernardeschi, l’infortunio di Chiesa, il “no” dell’Atletico Madrid al ritorno di Morata e un Kean su cui non sempre si più fare affidamento hanno convinto la dirigenza ad andare oltre Di Maria. Ecco perché Kostic sbarcherà oggi a Torino - innesto fondamentale sulla fascia sinistra e probabilmente già in campo contro il Sassuolo vista l’emergenza - e intanto la Juve è pronta ad affondare per Depay. Un nome da anni sul taccuino dei dirigenti juventini, in uscita dal Barcellona che potrebbe liberarlo a zero. Proposto un biennale (a 5 milioni più bonus) per sfruttare gli effetti del decreto crescita, operazione ragionata da ogni punto di vista, per alzare ulteriormente il livello davanti. E intanto il Napoli non sta a guardare, anche se nelle ultime settimane De Laurentiis ha incassato le critiche della piazza dopo la cessione di Koulibaly, sostituito da un difensore dal peso specifico diverso come Kim. Ieri le visite di Sirigu, ma come per la Juve serve un’accelerata soprattutto in attacco. Gli obiettivi sono chiari: Raspadori e Simeone, per sostituire il partente Petagna. Il Sassuolo ha fretta di chiudere e le distanza tra domanda (40 milioni) e offerta si è ridotta al minimo, serve l’ultimo sforzo da parte di De Laurentiis che oggi può chiudere anche per Simeone, fondamentale nel ruolo di vice Osimhen. Mentre a centrocampo Fabian Ruiz ha l’accordo totale con il Psg che potrebbe mettere sul tavolo i 25 milioni richiesti dal Napoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA