Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Milan, ore decisive per De Ketelaere. Inter, spunta il Tottenham per Skriniar. Sassuolo, Scamacca verso il West Ham

Milan, ore decisive per De Ketelaere. Inter, spunta il Tottenham per Skriniar. Sassuolo, Scamacca verso il West Ham
di Salvatore Riggio
3 Minuti di Lettura
Venerdì 22 Luglio 2022, 18:49

Sono ore decisive per capire De Ketelaere diventerà o meno un nuovo giocatore del Milan. Dopo il viaggio in Belgio di mercoledì scorso e i dialoghi sereni e positivi che Maldini e Massara hanno avuto con i dirigenti del Bruges, con i quali i contatti sono ormai costanti, in casa rossonera si attende la risposta definitiva da parte del club belga all’ultima proposta rossonera. I rossoneri sono arrivati a 32 milioni di euro bonus compresi, contro una richiesta di 35. Il mercato del club di via Aldo Rossi non finisce qui. Perché Paolo Maldini e Frederic Massara sono impegnati anche per il difensore – Tanganga del Tottenham è il primo nome, l’alternativa è N’Dicka dell’Eintracht Francoforte – e per il centrocampista. L’obiettivo è da mesi Renato Sanches, ancora indeciso se accettare la corte del Psg o quella del Milan.

L’alternativa è Frattesi. Intanto, il Sassuolo sta cedendo Scamacca al West Ham: l’ultima offerta è di 48 milioni di euro. Si attende la fumata bianca. Gli Hammers stanno prendendo anche Kostic, vecchio obiettivo della Juventus: 12 milioni più 3 di bonus all’Eintracht Francoforte. Anche perché la Juventus, al momento, è impegnata su Paredes e Morata. E duella con l’Inter per Milenkovic: l’alternativa resta Gabriel dell’Arsenal. Il club nerazzurro vuole sì tenere Skriniar, ma Beppe Marotta a Dazn è stato chiaro: «Skriniar è un giocatore fortissimo, non necessariamente deve essere messo sul mercato, assolutamente no. Abbiamo avuto dei contatti nelle settimane precedenti per una richiesta, tutto sarà valutato però questo fa parte delle dinamiche. Il tifoso deve stare tranquillo, la squadra sarà sempre competitiva nel rispetto della fiducia che i tifosi ci hanno dato», le sue parole. In sostanza, davanti a un’offerta di 65 milioni di euro, sarà ceduto. Il Psg frena, spunta il Tottenham. Gli Spurs sono interessati anche a Barella. Il Napoli aspetta Kim e vuole Simeone. La Fiorentina abbraccia Dodò, arrivato nel ritiro della squadra viola, a Moena.

© RIPRODUZIONE RISERVATA