Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Lazio, Luis Alberto non si presenta e spiazza la società: il Mago vuole il Siviglia

Lazio, Luis Alberto non si presenta e spiazza la società: il Mago vuole il Siviglia
di Valerio Marcangeli
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 3 Agosto 2022, 12:16

Nuova puntata dei colpi di scena targati Luis Alberto. Nonostante il ritrovo a Formello fissato nella giornata di ieri alle ore 18 (in campo), il centrocampista non ha rispettato l’appuntamento dato da Sarri. Il numero 10, come avvenuto all’inizio della passata stagione per Auronzo di Cadore, tramite un certificato medico ha chiesto di poter rientrare in ritardo. Una mossa che ha spiazzato la società, la quale al momento ancora non sa effettivamente quando il classe ’92 si ripresenterà nel centro sportivo considerando anche l’assenza di stamani dopo quella di ieri.

Lazio, colpo di scena Luis Alberto: il Mago non si presenta a Formello. Ilic il prescelto per sostituirlo

Altra grana e di certo non la prima per l’esuberante numero 10 che spesso e volentieri ha fatto discutere per i suoi atteggiamenti. Tanto tecnico, quanto particolare. Un carattere che non ha mai fatto scattare la scintilla con Sarri. La prima stagione col Comandante per Luis Alberto ha comportato comunque un buon bottino (5 gol e 11 assist), ma prima di trovare stabilità tra i primi undici sono serviti cinque mesi di apprendistato. Solo da gennaio 2022 il classe '92 ha finalmente cambiato ritmo, giocando 19 partite da titolare e convincendo definitivamente Sarri, ma all’alba della nuova stagione ecco la nuova sorpresa. Lo scorso anno pagò con la panchina alla prima giornata contro l’Empoli e molte altre esclusioni che di certo hanno incrinato il rapporto col tecnico che per ora il sostituto ce l’ha già. Non è un caso infatti che l’arrivo di Vecino abbia scatenato questa reazione da parte di Luis Alberto, reduce anche da due panchine di fila in amichevole (Genoa e Qatar). Ancora poco per prendere decisioni affrettate, eppure un segnale forte è già arrivato. Il desiderio del numero 10 resta quello di tornare nell’amata Siviglia, ma la Lazio non concederà sconti. Al massimo si potrà scendere a 22 milioni anziché 25, considerando il 30% della futura rivendita che andrà versato nelle casse del Liverpool. Solamente a quel punto Lotito tornerebbe subito su Ilic bloccato da settimane e in attesa del club capitolino. A 15 milioni bonus compresi il serbo potrà diventare un calciatore biancoceleste.

© RIPRODUZIONE RISERVATA