CORONAVIRUS

Bundesliga, Dortmund subito al top. Lipsia flop, scavalcato dal 'Gladbach

Sabato 16 Maggio 2020 di Giuseppe Mustica
Gulde (a destra) del Friburgo festeggia con Guenter seguendo le nuove regole il gol contro il Lipsia
Forse qualcosa sul protocollo si potrebbe cambiare. Per esempio l’entrata in campo in momenti diversi delle due squadre. Inutile evidentemente. Ma al momento ci facciamo andare bene anche questo. Come ci facciamo andare bene le esultanze “a distanza”. E come ci facciamo andare bene l’assenza dei tifosi. Il calcio col coronavirus però è finalmente tornato. E dobbiamo ringraziare la Germania che per due ore, o giù di li, ci ha fatto pensare ad altro. Nelle 5 partite del pomeriggio 12 gol. Più di due mesi dopo gli ultimi vissuti davanti alla televisione. Un bel pomeriggio diciamo. Quello che aspettiamo in Italia. Ma di tempo, purtroppo, ancora ce ne vuole. Ma ci accontentiamo. Sperando di tornare a vivere tempi migliori. 
 
BORUSSIA DORTMUND SUPER, FRENA IL LIPSIA
 
Il primo gol non poteva non segnarlo lui: Halaand. Il “bambino” prodigio del Borussia che nel derby della Ruhr ha schiantato lo Schalke 04. Senza Emre Can, Reus e Witsel, la squadra di Favre ha comunque avuto vita facile, trascinata dallo straordinario attaccante prelevato dal Salisburgo. Un gol e un assist per lui nel 4-0 finale. Completato dalla doppietta di Guerreiro e dal gol di Hazard. C’è stata anche un po’ di fortuna: perché il fratello meno famoso del calciatore del Real Madrid non doveva nemmeno giocare. Ma l’infortunio di Reyna nel riscaldamento gli ha regalato una maglia da titolare. Gol e assist anche per il belga. E festa grande per il Borussia che si porta a -1 dal Bayern Monaco in campo domani. Frena invece il Lipsia di Nagellsmann, bloccato sul’1-1 in casa dal Friburgo. Il vantaggio ospite è fortunoso: Gulde, al primo centro in campionato, beffa Gulacsi sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il pareggio arriva nella ripresa grazie al colpo di testa di Poulsen dopo una miriade di occasioni mancate. E nel finale per il Lipsia potrebbe anche arrivare la beffa. Ma il Var annulla il gol di Koch. Vittoria esterna del Wolsburg sul campo dell’Augusta (1-2). Steffen di testa, nel primo tempo, porta avanti la  squadra di Glasner. Il pareggio arriva ad opera di Jedvaj a inizio ripresa, ma gli ospiti trovano gol e tre punti grazie alla zampata di Ginczek in pieno recupero. Succede tutto nel secondo tempo tra Hoffenheim e Hertha Berlino. 0-3 il finale grazie all’autogol di Akpoguma, alla testata di Ibisevic per il classico gol dell’ex, e al sigillo di Cunha. Unico 0-0 di giornata quello tra Düsseldorf e Paderborn. Ma sfortunati i padroni di casa che nel corso dei 90’ hanno centrato quattro legni. Alle 18:30 chiude la giornata il Monchengladbach sul campo del Francoforte. Una vittoria per gli ospiti vorrebbe dire sorpasso in classifica ai danni del Lipsia e terzo posto solitario. 

'GLADBACH TERZO
Vola al terzo posto, superando il Lipsia, il Borussia Monchengladbach, che espugna 3-1 il terreno di gioco del Francoforte. Uno-due micidiale degli uomini di Rose, che già al 7' sono sul doppio vantaggio grazie alle reti di Plea e del figlio d'arte Thuram. Nella ripresa il rigore di Bensebaini chiude i conti. Per i padroni di casa inutile il gol della bandiera di Andre Silva. Ultimo aggiornamento: 21:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani