Trieste e Cremona, che vittorie contro Sassari e Reggio. Bene Trento e Treviso

Domenica 2 Febbraio 2020 di Marino Petrelli
La festa di Trieste
Sassari perde ancora all'ultimo secondo con una tripla avversaria. Questa volta è Juan Fernandez di Trieste a punire una Dinamo che pensava di aver già chiuso la partita. La sconfitta dilata il divario con la Virtus Bologna sempre più prima in classifica. Brescia perde a Trento la terza partita consecutiva, Treviso supera in casa la Fortitudo Bologna. Nel posticipo, Cremona recupera 18 punti a Reggio Emilia e vince una bella partita, raggiungendo in classifica Brindisi a quota 24 punti. Domenica prossima ultima partita prima della lunga pausa per la Coppa Italia e per la Nazionale.

ACQUA SAN BERNARDO CANTU' - UMANA VENEZIA 81-77

Venezia, senza Hayes e con Cerella e Widmar in precarie condizioni, parte bene: 3-7, poi 10-14 al sesto. Hayes inventa la tripla del pareggio, 19-19, poi la schiacciata del 26-21 al 13esimo. Cantù non si ferma, nonostante i tre falli di Clark: Burnell e soprattutto tre triple di Procida, classe 2002, mandano i padroni di casa avanti 35-24. Bramos e Watt svegliano la Reyer che piazza un parziale da 4-17 e chiude avanti 39-41 al riposo lungo. Watt e Chappell tengono avanti la Reyer 44-50 al 24esimo. Cantù non molla, Wilson piazza due triple e sorpassa 60-57 al 30esimo. Partita con qualche ruggine, parità sul 63 al 33esimo. Ancora equilibrio al 37esimo: 70-70 con una super schiacciata di Burnell. Daye commette il quinto fallo. Cantù avanti 74-73 a 90 secondi dalla fine, Venezia non mette più il naso avanti, finisce 81-77. Haynes 14 punti e 14 rimbalzi domina, Cantù prende 49 rimbalzi, di cui ben 22 in attacco. Watt 25 punti (con 10 rimbalzi) e Daye con 17 non bastano per gli ospiti che restano ancora una volta incompiuti. 

DOLOMITI ENERGIA TRENTO - GERMANI BRESCIA 63-56

Dopo aver vinto a Sassari, Trento batte anche Brescia, a sua volta alla terza sconfitta consecutiva. Ale Gentile e Forray aprono le danze: 10-5 dopo tre minuti. Brescia si riorganizza, mette il naso avanti, ma Knox tiene avanti l’Aquila 19-15 al decimo, poi Pascolo trova il 23-18. Abass si prende sulle spalle la Leonessa che sorpassa 23-25 al 14esimo. Nella sfida tutta italiana, risponde Gentile per il 31-27 . Al riposo lungo è 33-33 con il canestro di Laquintana. Brescia rientra più convinta, 37-42 al 24esimo. Contro parziale  di Trento, 45-42 al 28esimo, 48-45 al 30esimo. La partita non è bella, entrambe le squadre tirano con quasi il 40 per cento dal campo. Brescia resta avanti 52-53 al 35esimo, ma praticamente non segna quasi più. L’Aquila fa un parziale da 11-3 e vince 63-56

ALLIANZ TRIESTE - BANCO SARDEGNA SASSARI 83-82

Per quasi sette minuti Trieste non fa vedere la differenza in classifica, poi alla prima accelerazione Sassari pareggia, 20-20, e allunga 24-32 al 13esimo, poi 29-39 al 17esimo. Al riposo lungo è 34-44. L’Allianz conferma le sue difficoltà in attacco, la Dinamo senza forzare si ritrova sul 41-57 al 25esimo. Al terzo riposo è ancora avanti 53-64. Stefano Gentile segna il 58-70, Pierre il 64-75 al 36esimo. Sassari sembra in controllo, ma Trieste improvvisamente cambia la partita. Fernandez suona la carica con le triple fino al 74-75. Nell’ultimo minuto la Dinamo è ancora avanti 76-79, poi Spissu segna il tiro libero dell’80-82 a nove secondi dalla fine. Fernandez si prende l’ultimo tiro e segna la tripla del sorpasso, 83-82, sulla sirena. Trieste sale a quota 12 in classifica, insieme a Pistoia corsara a Roma.

DE LONGHI TREVISO - POMPEA BOLOGNA 78-66

Seconda vittoria consecutiva per Treviso che si impone con un ottimo Tessitori (18 punti, di cui 12 nell’ultimo quarto) e un positivo Almeyda all’esordio in maglia bianco blu. E’ proprio l’ultimo arrivato a guidare l’avvio della de Longhi, 11-10 al settimo, poi 18-15 al decimo. Si gioca su ritmi alti, ma si abbassano le percentuali al tiro. L’alley oop di Imbrò per Tessitori accende il pubblico del Palaverde, Treviso ingrana la quinta e va a +10 con la tripla di Logan (Parziale 10-0), poi al 14esimo è 33-20. Bologna sfrutta il bonus di Treviso per strappare qualche punto, la tripla di Aradori allo scadere dei 24 consente alla Fortitudo di tornare sul 39-29 all’intervallo. La Fortitudo è viva e riduce 46-41 al 25esimo, ma Nikolic e Fotu rilanciano Treviso sul +15, un gioco da tre punti di Daniel chiude il terzo quarto, 60-51 per Treviso a dieci minuti dalla fine. mini parziale di 5-0 della Fortitudo con Cinciarini e Daniel, Treviso respinge gli assalti della Fortitudo: 64-58 al 34 esimo. Tessitori segna 4 punti consecutivi, Aradori infila il canestro del -4, Tessitori ne mette altri 4 in fila. La Fortitudo alza bandiera bianca, Treviso vince 78-66 e conquista la seconda vittoria consecutiva.

VANOLI CREMONA - GRISSIN BON REGGIO EMILIA 95-93

Partita avvincente tra due squadre che corrono e fanno una pallacanestro bella da vedere. Per i primi minuti si segna senza errori dal campo, 8-10. Reggio accellera con Fontecchio e Johnson Odom e al primo riposo è avanti 18-36. Cremona sistema le percentuali, Diener e il solito Happ, alla fine 18 punti e 9 rimbalzi, lentamente riducono il divario. Al riposo lungo è 49-50 con un parziale da 31-14. Il terzo quarto resta in equilibrio, 57-59 al 24esimo, poi 67-66 al 30esimo. Cremona ha ancora Diener il leader, Saunders è il finalizzatore: 74-68, poi 86-76 con la tripla di Ruzzier. Partita finita? Nemmeno per sogno. Il finale è pazzesco. Fontecchio è scatenato (23 punti con 4/8 da tre), Upshaw pareggia sull'88-88, Owens sorpassa 89-90. Travis Diener mette la sua quarta tripla di serata (18 punti alla fine) per il 92-90, Upshaw fa lo stesso dall'angolo per Reggio Emilia, 92-93. Happ e Diener rimandano la Vanoi avanti 95-93 a sei secondi dalla fine. La Grissin Bon costruisce un buon tiro, ma Upshaw sbaglia e Cremona festeggia. Vince 95-93, raggiunge Brindisi a quota 24 in classifica e stasera è quinta.  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma