NBA, Utah vince ancora: sesto successo consecutivo. Denver batte OKC

Mercoledì 20 Gennaio 2021
NBA, Utah vince ancora: sesto successo consecutivo. Denver batte OKC

Turno ridotto nella notte NBA, con solo due partite. Sesta vittoria di fila per Utah (10-4) che supera agevolmente in casa 118-102 New Orleans (5-8) grazie a un terzo quarto dominato (36-20) e a una serata felice dall'arco, dove Donovan Mitchell e compagni mandano a referto 21 triple (su 47 tentate, sfiorando il 45% di squadra). Dopo il successo a Sacramento torna invece a perdere New Orleans, giunta al sesto ko nelle ultime sette gare. È proprio Mitchell il protagonista della vittoria in casa Jazz, non solo per il 4/7 dalla lunga distanza ma per una gara che nonostante i soli 15 tiri lo vede chiudere a quota 28 punti con anche 7 rimbalzi. Sono 18 quelli catturati da Rudy Gobert: il centro francese ci aggiunge 13 punti, mentre ne mette a segno 18 Jordan Clarkson in uscita dalla panchina, sempre più a suo agio nel ruolo di sesto uomo. I Pelicans collassano nel terzo quarto e non riescono mai a mettere la testa avanti, nonostante il secondo trentello consecutivo (prima volta in carriera) di Zion Williamson. L'ex Duke tira con un ottimo 14/19 dal campo e chiude con 32 punti, ma è troppo solo nell'attacco di coach Van Gundy, che vede solo Brandon Ingram (17 con 8/18 al tiro) in doppia cifra. Una delle poche buone notizie il ritorno in campo di Lonzo Ball: 7 punti, 4 assist e 3 recuperi per lui in 23 minuti. Non entrato in campo per scelta tecnica l'azzurro Nicolò Melli.

Vittoria casalinga per i Denver Nuggets (7-7) che superano 119-101 Oklahoma City (6-7) spaccando la partita nei due quarti di mezzo: fa 66-43 il parziale tra secondo e terzo periodo, tanto che coach Malone può far riposare tutti i suoi titolari negli ultimi dodici minuti. L'attacco dei Nuggets sfiora i 30 assist (29), spia di un'ottima circolazione di palla, ma i Thunder vengono dominati soprattutto a rimbalzo (58-32 il conto finale, con Denver che cattura la bellezza di 18 palloni sotto i tabelloni d'attacco, tramutandoli in 32 punti da seconde opportunità — solo 3 quelli dei Thunder).

In soli 28 minuti di gioco Nikola Jokic chiude con 27 punti, 12 rimbalzi, 6 assist e una sola palla persa (il serbo guida la Nba tanto per assistenze che per palloni regalati agli avversari). Il secondo miglior marcatore di Denver arriva invece dalla panchina: è un Monte Morris ispiratissimo che colleziona 15 punti con 7/11 al tiro. Ce ne sono 13 a testa per Will Barton e Paul Millsap, che ci aggiunge anche 12 rimbalzi. Dalle 19 palle perse di squadra di Oklahoma City Denver ricava 28 punti. Serata difficile anche sotto canestro, dove il saldo di punti ottenuti in area pitturata (62-44) evidenzia un pesante -18 per Okc, che ha 14 punti con soli 11 tiri da Shai Gilgeous-Alexander e forse la nota più lieta in Luguentz Dort, che chiude a quota 20 con 8/11 al tiro e anche 3/6 dalla lunga distanza, a lungo il suo punto debole, quest'anno migliorassimo (viaggia sopra il 43%).

© RIPRODUZIONE RISERVATA