Basket, Brown esce dal Covid e segna 46 punti: «Avevo l'inalatore a bordo campo»

Basket, Brown esce dal Covid e segna 46 punti: «Avevo l'inalatore a bordo campo»
di Sergio Arcobelli
3 Minuti di Lettura
Domenica 24 Ottobre 2021, 00:17

All’esordio stagionale ha messo a referto 46 punti, stabilendo un nuovo record per un giocatore in maglia Boston Celtics. Parliamo di Jaylen Brown, una delle due stelle della squadra di basket del Massachusetts – l’altro è Jayson Tatum. A rendere ancora più grandiosa questa performance, però, c’è un fatto rilevante: ovvero che il cestista americano l’ha realizzata il giorno dopo essere uscito dalla quarantena per Covid-19. «Avevo l’inalatore pronto per l’uso a bordo campo…», ha rivelato Brown giovedì notte dopo la sconfitta per 138-134 dopo due tempi supplementari al Madison Square Garden di New York.

LE DIFFICOLTÀ

Nonostante abbia regalato spettacolo nel debutto stagionale dei Celtics, il ritorno alla “normalità” è stato nient’affatto semplice dopo undici giornate in isolamento. «Durante l’incontro - ha spiegato in seguito -, il mio respiro era irregolare, verso la fine sentivo il cuore battere così tanto forte che avevo la sensazione che mi stesse per uscire dal petto, ma l’adrenalina ha coperto tutto e mi ha fatto giocare fino alla fine. Nonostante tutto, fisicamente è andata abbastanza bene, non so come ho fatto ma sono contento per il career-high anche se avrei preferito vincere: è quella la cosa più importante». Fino a poche ore dal match, in verità, la sua presenza è rimasta in dubbio. Gli è bastato un solo allenamento per ritrovare il feeling con il campo e i compagni. «Tra tutti i sintomi che potevo accusare, quello che mi preoccupava di più era la respirazione: se la mia respirazione è alterata, anche la mia vita è alterata. Quindi ho passato un sacco di tempo per assicurarmi che non lo fosse». Il Covid lascia molta stanchezza. Per questo, ci vorrà del tempo per tornare ai picchi di forma. A confermarlo è coach Ime Udoka: «Jaylen ha fatto una grande partita l’altra sera, come ha fatto anche in passato: è un giocatore fortissimo, ci fa fare la differenza. Ora deve ritrovare la migliore condizione fisica, ci vorrà un po’ ma tornerà a pieno regime: dovremo gestire i suoi minuti in campo, ma siamo sicuri che tornerà ai suoi livelli». Venerdì notte, infatti, nella prima gara casalinga persa contro i Toronto Raptors, Brown ha segnato appena 9 punti in 28 minuti. Il tempo, prima o poi, guarirà tutte le “ferite”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA