La Piccinini torna in campo a 41 anni: firma con Busto Arsizio sognando Tokyo 2020

Giovedì 16 Gennaio 2020 di Gianluca Cordella

Francesca Piccinini ci ripensa. Come Michael Jordan o Michael Schumacher, tanto per citare un paio di campionissimi che prima hanno pensato fosse giusto ritirarsi e poi hanno capito che non lo era. Ma a differenza dei miti che l’hanno preceduta la regina della pallavolo azzurra ci ha messo appena quattro mesi a cambiare idea. A settembre diceva addio a Novara e al volley, fresca di trionfo nella settima Champions League della sua pazzesca carriera. Ieri ha detto sì a Busto Arsizio, la realtà emergente del campionato italiano, seconda alle spalle della corazzata Conegliano. E così, a 41 anni, riparte l’avventura.

La Piccinini dice basta: «Ho vissuto un sogno, ma ora cerco altre emozioni»

OBIETTIVO OLIMPICO
«Ho grandi obiettivi e stimoli, l’entusiasmo è quello della ragazzina che esordì in serie A a 14 anni. Sono pronta ad accogliere questa sfida insieme a un club che ho sempre stimato molto. Ci divertiremo, ve lo prometto», le parole di Francesca per commentare l’accordo con la Uyba. L’obiettivo è fare bene con Busto per riconquistare l’azzurro e volare alle Olimpiadi. Ha vinto tutto, Francesca: un mondiale, un europeo, cinque scudetti (oltre alle sette Champions citate prima). Manca la medaglia ai Giochi, storico tabù della Nazionale femminile. E vuole riprovarci. A 41 anni e alle quinte Olimpiadi: le coordinate della leggenda, insomma.

 

Ultimo aggiornamento: 21:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma