Quando l'arte crea solidarietà: al Circolo Canottieri sfide di tennis e padel tra celebrità

Sabato 21 Settembre 2019 di Andrea Nebuloso
Lo sport come strumento per superare le barriere. E’ questo lo spirito con il quale tanti personaggi del mondo del giornalismo dello spettacolo e della politica sono scesi in campo, al circolo Canottieri Roma, per partecipare a “La Sfida - #Oltrelefrontiere”, la manifestazione a fini benefici organizzata dal Consiglio italiano per i Rifugiati – presieduta da Roberto Zaccaria - giunta alla terza edizione. Le gare hanno preso il via ieri mattina e dureranno fino a domani. Due le discipline sportive, tennis e calcio a 5, ma non mancheranno i momenti dedicati anche alla cultura. I fondi raccolti saranno destinati alle attività del Cir a favore di uomini, donne e bambini in bisogno di protezione in Libia.

I primi a scendere in campo, ieri mattina, è stata la coppia formata da Neri Marcorè e Stefano Meloccaro. L’attore marchigiano ha messo in mostra una tecnica sopraffina ben supportata dalla grinta del suo compagno anche lui assiduo frequentatore dei campi da tennis. Gli incontri sono andati avanti per tutto il giorno, mentre sul campo di calcio a 5 si sono sfidate la Liberi Nantes - che quest’anno parteciperà a un torneo ufficiale di terza categoria - contro una rappresentativa del Canottieri Roma. La sera, poi, spazio al momento conviviale con una cena di gala alla quale ha partecipato una rappresentanza dei soci del Circolo - che ancora una volta ha dimostrato il proprio sostegno alle cause benefiche - con a capo il presidente onorario Nicola Pietrangeli e il segretario generale, Marcello Scotto.

Madrina della serata la sempre affascinante, Monica Guerritore, che ha interpretato alcune canzoni tratte da Renato Zero e da poesie di Alda Merini. Tra i selezionati ospiti presenti anche Tiziana Ferrario, Stefano Ziantoni, Annalisa Manduca e il regista Francesco Patierno. Le partite di tennis proseguono oggi con la presenza annunciata di Valeria Solarino e della ex tennista azzurra Mara Santangelo e di Antonio Padellaro. In serata spazio al cinema con la proiezione in anteprima nazionale del lungometraggio “Matares” di Rachid Benhadj.

Al termine del film sarà consegnato al regista il premio Ambasciatore di Umanità. Domenica mattina, infine, si disputeranno le finali seguite dalla premiazione. La generosità dei presenti ha contribuito a favorire l’accesso alla protezione delle persone che fuggono da guerre e persecuzioni e a costruire condizioni di accoglienza e integrazione dignitose, nel pieno rispetto dei diritti umani. Fini decisamente nobili e per i quali anche lo sport ha fatto la sua parte.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Autobus a Roma, le trovate degli utenti per sopravvivere ai disagi

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma