Roma, la nuova giunta. Un tecnico per le buche: Gualtieri si tiene il Pnrr

Presentata la giunta, la novità è Ornella Segnalini (dirigente Mit) ai Lavori Pubblici. Al primo cittadino le deleghe su Partecipate e fondi Ue. Scozzese vicesindaco

La nuova giunta Un tecnico per le buche: Gualtieri si tiene il Pnrr
di Lorenzo De Cicco e Francesco Pacifico
6 Minuti di Lettura
Giovedì 4 Novembre 2021, 00:05 - Ultimo aggiornamento: 16:49

«E ora mettiamoci subito a lavorare». Ai 12 assessori appena designati, Roberto Gualtieri ha concesso un festeggiamento quasi cenobitico, 20 minuti appena, e un-pasticcino-uno a testa, zero bollicine, solo una caraffa di succo d’ananas; a fare da cerimoniere si è prestato Alessandro Onorato, del resto ha la delega ai Grandi eventi. La «bellissima squadra di sei donne e sei uomini», parola del sindaco, che guiderà Roma nei prossimi anni, deve mettersi subito al lavoro.

Non è stato un parto facile: la lista con le 12 caselle della Giunta di Roma è stata limata fino all’ultimo, tanto che in extremis è uscito dal cilindro il nome di una supertecnica per i lavori pubblici come Ornella Segnalini. In vista del battesimo ufficiale di oggi in Assemblea capitolina, il primo cittadino ieri ha presentato la truppa. Soddisfatto, Gualtieri, perché da un lato è riuscito ad arruolare tecnici di valore (la vicesindaca Silvia Scozzese al Bilancio, Miguel Gotor alla Cultura e la già citata Segnalini) e dall’altro ad accontentare tutti i partiti, mossa criticata da Calenda: «Un rappresentante per corrente del Pd, pessimo inizio». Nella distribuzione delle deleghe, Gualtieri ha tenuto per sé alcuni dossier decisivi: la gestione dei miliardi del Pnrr, ma anche l’attrazione degli investimenti, la transizione digitale (una delle direttrici del Recovery), le partecipate (i cui fatturati superano 12 miliardi), il personale (24mila dipendenti comunali), il clima, le relazioni internazionali fino a sicurezza e università. Nove deleghe in tutto.


LE SFIDE
«Ci sono tanti problemi, ma siamo ottimisti», dice Gualtieri davanti a telecamere e taccuini. Nello studio al primo piano di Palazzo Senatorio, subito dopo la conferenza stampa, il neo-sindaco ha interrogato i membri della giunta sui dossier più scottanti. Come il Bilancio, affidato Scozzese, che dovrà rimettere in moto la macchina degli investimenti e chiudere la partita dei vecchi debiti; alla Segnalini va l’arduo compito di rifare il manto stradale colabrodo. Non meno complicato sarà il lavoro della dem Sabrina Alfonsi che dovrà occuparsi di Rifiuti e Verde o quello di Eugenio Patanè, sempre Pd, ai Trasporti (ieri il Ministero ha sbloccato 220 milioni per le tramvie). Altro nome conosciuto è quello dello storico Miguel Gotor alla Cultura.

Ad Alessandro Onorato, imprenditore e animatore della civica di Gualtieri, il compito di riavviare la macchina del Turismo e dello Sport, per Monica Lucarelli, ex presidente dei giovani imprenditori, ora assessore al Commercio, bagno di fuoco con il rinnovo delle licenze dei tavolini, mentre Andrea Catarci (Sinistra) si occuperà del progetto “città dei 15 minuti”.

Gli altri nomi: Barbara Funari (Demos), vicina a Sant’Egidio, gestirà il Sociale, Claudia Pratelli (Roma Futura) la Scuola, Maurizio Veloccia (Pd) l’Urbanistica, Tobia Zevi ottiene Patrimonio e Casa come fuori quota Pd, modello Agorà lettiana. Oggi, come detto, il via alla consiliatura con la prima seduta dell’Aula. Anche qui, rispetto all’era Raggi, che aveva invitato i maggiorenti M5S, tutto sarà all’insegna dell’understatement: in Campidoglio gli ospiti potranno assistere, ma solo dalla sala della Protomoteca.

CULTURA

Miguel Gotor

Miguel Gotor, assessore alla Cultura, ha 50 anni, già senatore del Pd e ora vicino ad Articolo 1, soprattutto uno dei massimi storici (è ordinario a Tor Vergata) esperti di Inquisizione e del caso Moro, tanto da essere stato uno dei motori della commissione parlamentare Fioroni.

TRASPORTI

Eugenio Patané

Eugenio Patanè, assessore ai Trasporti, classe 1972, ha già collaborato con Gualtieri per il programma sulla mobilità. Già consigliere comunale e presidente della commissione regionale ai Trasporti, con l’attuale sindaco ha in comune la passione per la chitarra.

SCUOLA

Chiara Pratelli

Chiara Pratelli, 40 anni, è nata a Siena, ma vive a Roma da quando aveva 18 anni: qui si è laureata in sociologia, ha svolto il dottorato alla Sapienza. Nella scorsa consiliatura è stata assessore alla Scuola del III Municipio, è espressione della lista Roma Futura.

LAVORI

Ornella Segnalini

Un supertecnico per i Lavori Pubblici e alle Infrastrutture. Queste le deleghe per Ornella Segnalini, 67 anni, esperta di strade e ferrovie, in passato dirigente di primo piano del Mit e presidente della V sezione del Consiglio superiore dei Lavori pubblici.

BILANCIO

Silvia Scozzese

Dopo un passaggio nella giunta Marino, torna in Campidoglio Silvia Scozzese come vicesindaco. Cinquantacinque anni, consigliere della Corte dei Conti, è stata commissaria del debito capitolino, poi si è occupata di Coesione e di fondi del Pnrr a Palazzo Chigi.

PATRIMONIO 

Tobia Zevi

ià candidato alle ultime primarie del Centrosinistra per il Campidoglio e nello staff di Paolo Gentiloni a Palazzo Chigi, Tobia Zevi, 38 anni, è il nuovo assessore al Patrimonio e alla Casa. È esperto di relazioni internazionali.

COMMERCIO

Monica Lucarelli

Monica Lucarelli, 49 anni, è assessore ad Attività produttive e Pari opportunità. Eletta nella lista civica Gualtieri, già presidente dei Giovani imprenditori di Roma e manager dell’It in Fiat, Italo Treno, Ns12. Ha fatto parte del Comitato promotore per Roma 2024.

AMBIENTE

Sabrina Alfonsi

Dopo due mandati alla guida del I Municipio, Sabrina Alfonsi è il nuovo assessore all’Ambiente e ai Rifiuti. Cinquantacinque anni, antropologa, esponente Pd zingarettiana, prima di entrare in politica ha fatto anche l’antiquaria.

TURISMO

Alessandro Onorato

Imprenditore del food - è titolare di uno dei principali catering romani - Alessandro Onorato, 41 anni, è assessore al Turismo, Sport e Grandi eventi. Dalla sua anche una lunga esperienza in consiglio comunale. È stato il coordinatore e uno degli ideatori della lista civica Gualtieri.

TERRITORIO

Andrea Catarci

Arriva dalla Garbatella l’uomo di Gualtieri per la delega al Territorio. Andrea Catarci, 52 anni, espressione della Sinistra civica ecologista, è assessore al Decentramento e ai Servizi per la città in 15 minuti. Ex presidente dell’VIII Municipio dal 2006 al 2016.

URBANISTICA

Maurizio Veloccia

Già alla guida dell’XI Municipio (zona Portuense-Corviale), 43 anni e ingegnere esperto di IT, Maurizio Veloccia (Pd) è assessore all’Urbanistica. Molto legato a Zingaretti, è stato vice-capo di gabinetto del governatore. Oltre 7mila voti alle amministrative.

SOCIALE

Barbara Funari

Esponente di Demos, Barbara Funari, 46 anni, si occuperà di Politiche sociali e alla Salute. Sociologa, vicina al mondo della Comunità di Sant’Egidio, ha guidato missioni per formare operatori sanitari in Malawi, Mozambico e Tanzania.

© RIPRODUZIONE RISERVATA