Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Rieti, la Npc acquista un titolo di serie A2

Giuseppe Cattani, presidente della Npc Rieti
di Emanuele Laurenzi
3 Minuti di Lettura
Domenica 19 Giugno 2022, 00:10 - Ultimo aggiornamento: 09:01

RIETI - La Npc Rieti torna in serie A2. Un anno dopo la cocente delusione della retrocessione incassata sul campo e 2 settimane dopo il ko in gara 4 contro Agrigento, i reatini mettono a segno il colpo inaspettato: la società ha acquistato un titolo sportivo e, di conseguenza, il diritto di giocare nella prossima stagione sportiva nella seconda serie nazionale. L’indiscrezione circolava negli ambienti del basket da qualche giorno e, ieri, dopo la pubblicazione di una notizia sul sito di Npc Tv, la conferma è arrivata anche dalle parole di Giuseppe Cattani: «Abbiamo chiuso la trattativa con una società che era in serie A2. Tutti i dettagli li forniremo nelle prossime ore. Ovviamente il tutto, salvo imprevisti, è subordinato alle ratifiche federali» ha spiegato il presidente a Il Messaggero.

Il progetto. Poche parole, ma sufficienti a chiudere il cerchio, tenendo in considerazione che il primo Consiglio federale utile per ratificare l’inserimento di Rieti in A2 è quello di luglio. Cattani era irreperibile da alcuni giorni, proprio perché stava lavorando dietro le quinte insieme al general manager Gianluca Martini a un accordo al quale nessuno stava pensando. «Ad agosto scorso – ha aggiunto il presidente – avevamo dichiarato l’avvio di un progetto triennale. Il cambio dei regolamenti e la modifica di una serie di parametri, ci hanno spinto a modificare quel progetto scegliendo una strada diversa. Non nascondo che la spinta definitiva è arrivata dal grande calore dimostrato dai tifosi anche in occasione della sconfitta in gara 4 e da alcuni amici imprenditori che mi hanno garantito un appoggio incondizionato». Il patron della Npc non ha aggiunto altro, rimandando tutti ad una conferenza stampa che dovrebbe essere fissata nei prossimi giorni: in quell’occasione verranno forniti tutti i dettagli e si parlerà del nuovo corso della Npc Rieti che, a questo punto, riparte da dove era stata fermata un anno fa, con una retrocessione sulla quale pesarono i casi di Covid e un regolamento che era risultato penalizzante per i reatini.

Nessuno scambio. Cattani non ha lasciato intendere nulla sulla società con la quale ha chiuso la trattativa. Da voci risulta che erano almeno 5 o 6 le squadre in difficoltà in serie A2, ma il cerchio si stringerebbe tra Chieti, e Piacenza, sponda Pallacanestro Piacentina (Bakery). Non si tratta, comunque, di uno scambio di titoli: parallelamente e condizionatamente alla ratifica federale, la Npc ha portato avanti la vendita del titolo di serie B che, stando ai rumors, dovrebbe finire in Emilia Romagna, dove ci sarebbero diverse richieste di squadre desiderose di accasarsi in una serie B di alto livello. Aspetti che poco importano ai tifosi ormai già proiettati a rivivere il sogno serie A2.

© RIPRODUZIONE RISERVATA