Rieti ancora ko, Mariani non
inverte il trend, a Pagani bene
solo Zanchi e Persano: pagelle

Domenica 16 Febbraio 2020 di Mattia Esposito
Andrea Zanchi
RIETI - Diamo i voti ai protagonisti del match tra Paganese e Rieti. Negli amarantocelesti gli unici a salvarsi sono Zanchi e Persano. Male De Sarlo, Morrone si fa murare da Baiocco il possibile 3-2.
 
MERELLI 5
Incolpevole sui primi due gol, l'impressione è che potesse fare di melgio invece sul sinistro di Gaeta. 

AQUILANTI 5
Non riesce a trovarsi in una linea difensiva inedita. L'impressione è che sulle accelerazioni della Paganese la linea fosse sempre in sofferenza.

KALOMBO 5
Non un grandissimo esordio il suo. Sbaglia molto e nel finale rischia pure un goffo autogol per una incomprensione con Merelli. 

GRANATA 5
Partita complicata per tutta la difesa e anche per lui, che di certo non brilla. 

RUSSO 5.5
Meno guizzi del solito, anche se entra sul risultato di 3-1 e con un Rieti totalmente sfiduciato. Resta il fatto che sembra l'unico ad avere fantasia e imprevedibilità li davanti.

TIRAFERRI 5.5
Suo il tocco con il braccio per il calcio di rigore del 2-0. Falloso e più impreciso del solito, anche se come ha occasione prova a spingere sulla sua corsia.
 
ZAMPA 5.5
Torna disponibile e torna titolare, ma non riesce a prendere le redini del centrocampo. Rende meglio quando può dividersi i compiti con Serena. 

TIRELLI 5.5
Come sempre generoso, ma poco altro. 

MORRONE 5.5
Baiocco si supera, ma anche lui poteva fare qualcosa di più in occasione del possibile 3-2. Ancora tutto da decifrare.

DEL REGNO 5
Entra nella ripresa ma tocca pochissimi palloni. 

ZANCHI 6
L'unico a salvarsi insieme a Persano. A sinistra lui c'è sempre, da soluzioni ai compagni, mette in porta Morrone nella ripresa. A volte predica davvero nel deserto. 

DE SARLO 4.5
Impalpabile. Tocca pochissimi palloni, si prende un giallo. Il ragazzo è indubbiamente generoso, ma non è mai pericoloso ed incisivo.
 
PERSANO 6
Presente e freddo in occasione del 2-1, anche lui però paga i pochissimi rifornimenti che arrivano li davanti.
 
MARIANI 5
Di certo non un buon modo per ri-presentarsi ad una piazza che già lo aveva accolto con enorme freddezza. Se il Rieti è ultimo non è solo colpa sua, ma i numeri sono impietosi: ancora nessuna vittoria all'attivo e la classifica rimane quasi disperata.  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Traffico e sveglie all’alba: cosa non ci manca dell’uscire di casa

di Veronica Cursi