Rieti, impraticabili molte delle strade della Piana Reatina

Via Porcara
3 Minuti di Lettura
Martedì 14 Dicembre 2021, 00:10

RIETI - Vere e proprie voragini che si sono aperte sulla carreggiata. Asfalto che sparisce per lasciare spazio a fango e sassi. Percorribilità ridotta ai minimi termini, con rischi enormi per gli automobilisti. La Piana reatina torna al centro delle polemiche per i problemi di manutenzione: dopo anni di battaglie per l’illuminazione e la metanizzazione, ora il problema sembra essere quello della manutenzione stradale. Per riprendere e parafrasare alcune considerazioni rimbalzate sui social «Se prima si stava al buio e al freddo, oggi che c’è luce ed illuminazione, il problema è arrivare fino qui».

Vie dimenticate 
Parole che possono sembrare ironiche, ma che offrono una fredda fotografia di quella che è la situazione via Criano, via Porcara e la stessa via Comunali, alcune delle principali strade che attraversano la distesa di campi coltivati e collegano i tantissimi casali disseminati nella zona. A richiamare l’attenzione istituzionale è stato il capogruppo del Pd in consiglio comunale, Alessandro Mezzetti, che ha amplificato le proteste sbarcate sui social, pubblicando a supporto alcune foto. «Mi scrivono cittadini che mi segnalano le condizioni di queste strade – scrive il consigliere su facebook allegando foto – non saranno arterie principali, ma non ritengo giusto che nel 2021 strade siano messe così. Sarà ora di occuparsene».

Pioggia e inondazioni 
Il post di Mezzetti è stato solo uno dei tanti pubblicati nelle ultime ore. Va considerato che le persistenti piogge delle ultime due settimane non hanno aiutato la manutenzione stradale. Va anche detto, però, che quell’area non è oggetto di lavori sul manto stradale da tempo: un allarme era stato lanciato già all’epoca dell’esondazione del Velino, che aveva messo a dura prova la tenuta dell’asfalto nell’area. I lavori del Comune, negli ultimi anni, si erano concentrati sulle vie cittadine, a scapito proprio di quelle periferiche e delle frazioni. Segnalazioni sono arrivate anche da Poggio Perugino e Sant’Elia. Una storia infinita, quella delle buche, che si ripropone ogni inverno e che porta con sé polemiche e contrapposizioni tra politici che si alternano tra maggioranza e opposizione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA