Rieti, il Frosinone di Dionisi all'ultimo respiro elimina il Cittadella di D'Urso e continua a sognare la serie A: 2-3

Mercoledì 5 Agosto 2020 di Marco Ferroni
Federico Dionisi esulta dopo il gol (foto Paola Garbuio/ Lapresse)
RIETI - Il sogno serie A prosegue per Federico Dionisi, mentre s'interrompe definitivamente per Christian D'Urso. E' questo, in sintesi, il resoconto di Cittadella-Frosinone valevole per l'accesso alla semifinale playoff di serie B, giocato questa sera 5 agosto allo stadio "Tombolato" e risolto al 120' da un gol-capolavoro di Ciano che di destro dal limite brucia i guantoni di Paleari. Inutile la doppietta iniziale di Diaw, annullata dai gol di Salvi e dal 12esimo sigillo stagionale di Federico Dionisi per il quale il cammino playoff ora si sposta allo "Stirpe" dove domenica ospiterà il Pordenone per la gara d'andata della semifinale. Mercoledì, poi, return match al "Nereo Rocco" di Trieste. Chi la spunta va in finale.

La partita
Parte forte il Cittadella che al 5' è già avanti: Brighenti atterra Sozza in area, l'arbitro indica il dischetto e dagli undici metri Diaw non sbaglia. Il gol del vantaggio accende il match, le azioni pericolose non mancano da ambo le parti, ma è nei minuti di recupero che arrivano le emozioni forti: al 46' arriva il 2-0 del Cittadella ancora dai piedi di Diaw, ma al 49' ci pensa Salvi a tenere in corsa il Frosinone con una bella conclusione che trafigge Paleari (2-1). In avvio di ripresa, gli ospiti premono subito forte sull'acceleratore in cerca del pari, che arriva puntuale al 51' dal piede di Federico Dionisi che raccoglie un bel passaggio dal limite e scarica in porta. Al 76' finisce la gara di Christian D'Urso, al quale Venturato gli preferisce Panico per necessità di forze fresche. Palo di Diaw all'80', mentre quasi allo scadere il Frosinone sfiora il colpaccio con Hass. Si va ai supplementari.

Extra time
Nei primi 15' l'unico lampo è il tracciante di Novakovich destinato all'incrocio dei pali, smanacciato miracolosamente in corner da Paleari. Nell'ultimo quarto di gara, Nesta getta nella mischia anche Ardemagni e Zampano, tenta il tutto per tutto e il jolly lo pesca Camillo Ciano al 120' con una conclusione dal limite che ribalta completamente la situazione. Festa gialloblù, sconforto granata © RIPRODUZIONE RISERVATA