Nina Moric torna all'attacco, la frase choc contro Corona: «Preferirei che fosse morto, lo avrei accettato, potevo seppellirlo»

Visibilmente provata la modella croata torna sui social (dopo la denuncia fatta dal figlio) e crolla in uno sfogo disperato e violento contro il suo ex

Nina Moric torna all'attacco, la frase choc contro Corona: «Avrei preferito fosse morto almeno potevo seppellirlo»
6 Minuti di Lettura
Giovedì 26 Maggio 2022, 12:39

Non c'è tregua tra Nina Moric e Fabrizio Corona. Dopo la denuncia fatta a gran voce (oltre che sui social anche in polizia) del figlio Carlos Maria Corona che accusa la madre di un furo di 50.000 euro, la modella torna su instagram per sfogarsi con i suoi fan. E le parole e le immagini sono forti. È visibilmente provata Nina che in un magazzino riapre gli scatoloni dei ricordi. Foto e regali nascita del suo Carlos che ora che ha 20 anni, dopo varie vicissitudini, ha deciso di non vederla piu'. L'ultima (in ordine cronologico) risale a qualche settimana fa quando l'ex re dei paparazzi ha dichiarato che la Moric era entrata nel suo appartamento e aveva sottratto 50mila euro di fronte al figlio. Versione confermata da Carlos Corona che ha spiegato tutto sui social: «Mia madre ha minacciato di querelarmi per le dichiarazioni (vere) sul furto che ha commesso davanti ai miei occhi. Evidentemente ha preferito 50 mila euro all'amore per suo figlio». Dopo tutto questo dai social di fabrizio arriva l'addio alla modella: «La pietas è finita. Sparisci per sempre». 

Carlos Corona, le dichiarazioni choc contro la madre Nina Moric: «Ha preferito 50.000 euro all'amore per suo figlio»

Nina Moric crolla nel "magazzino dei ricordi" magazzino 

Parole forti che hanno messo all'angolo la modella che ora ricorda i momenti vissuti con il figlio. «Non sono impazzita che pubblico foto a raffica, è che sono in un magazzino - mostra delle stanze invase di scatoloni la modella dicendo che sono solamente parti delle sue cose - e riaffiorano ricordi bellissimi, anzi che sono incastrati nel cuore e nessuno, nessuno potrà dire il contrario».

Fabrizio Corona, il figlio Carlos denuncia la madre: «Ha rubato 50.000 euro». La reazione choc di Nina Moric: «Sei complice di tuo padre»

La denuncia

Mostra poi tutti i libri del figlio e i vestiti invitando padre e figlio a farsi sentire per andare a riprendere tutto. Poi dopo una serie di canzoni Nina si fa seria (così dice nelle stories): «Visto che rompi il caxxo caro Fabrizio e anche Carlos tutti e due che state veramente esagerando per 50mila euro - sorride la modella mentre parla - (mi state accusando per una cosa che non esiste ma vabbè) perché non venite qui a prendere tutte queste cose, che tra l'altro cìè un orologio che ho comprato io a Carlos. Dai Fabrizio venditi tutto ci sono cose anche da 200mila euro tanto non te ne frega nulla di Carlos ma ti interessano solo i soldi». Nina Moric va avanti con le provocazioni: «Vuoi davvero questi soldi, guarda te ne regalo il triplo, vieni a prendere e puoi vendere tutto, e poi Adios». Nina tiene tutto da parte in un box che paga mensilmente e ora dopo aver sistemato non vuole piuì tenere le cose del figlio e pagare delle spese aggiuntive anche per le cose del ragazzo che lei ha tenuto da parte pensando (sperando) che il 20enne sarebbe andat a vivere con lei. «Orami non faccio piuì parte della loro vita, devo stare lontana da loro - i toni si alzano - ma per cosa? per 50mila euro che si è foxxxto da solo? Ma qua ragazzo mio ci sno mezzo milione di euro». 

Fabrizio Corona denunciato per l'evasione dai domicilari, Nina Moric: «Io soldi a lui? Mi deve una cifra a sei zeri»

Le accuse della modella

La Moric è un fiume in piena e non si contiene: «Fabrizio ti sto mantenendo io ancora adesso e vergognati coxxxne. Denunciami adesso». Toni e parole diventano sempre piuì violenti e se ne rende conto anche lei tanto che poco dopo chiede scusa per i termini usati ai follower la croata: «Qui il problema non sono i soldi ma proprio il modus operandi di questi esseri umani, questi sono animali, sono delle bestie, mi stanno danneggiando da una vita e cosa fanno alla fine? Anche le relazioni umane con mio figlio mi hanno fatto rompere. Si devono vergognare. Chiedo scusa per il mio linguaggio perà tutto questo è assurdo». Con le ginocchia vicine al viso e seduta tra gli scatolini Nina scoppia a piangere: «La cosa che mi spaventa di piu' è  ha 20 anni non è piu' un bambino quindi non è come quando feci un appello disperato che Carlos era piccolo».

Nina Moric, l'annuncio choc su Instagram: «Non mi vedrete mai più». Il messaggio spaventa i fan: «Stai per suicidarti?»

Non riesce a smettere di piangere. «È che non capisco piu' se sono una madre, non posso permettermi di pensarci tutti i giorni a queste cose sennò impazzisco, e non posso permettermi questo lusso devo continuare a vivere tanto molti credono che sono già pazza». Le storie continuano con una Moric sempre piuì confusa spiega ai follower che sta parlando con loro solo perchè non riesce a trovare il suo caricabatterie e che vorrebbe solo che si spegnesse il telefono: «Voglio solo che si scarica sto maledetto telefono, in mezzo a tutto questo casino non riesco a trovare neanche il carica batterie eccco perché sto piangendo per il carica batterie non per altro».

Fabrizio Corona evade dai domiciliari e va a casa di Nina Moric: «Ridammi i soldi che mi hai rubato». Scoppia la lite

Il post choc

Poi trova il carica batterie si asciuga le lacrime e contivide con i fan delle canzoni, ma subito dopo apparte un post molto forte. Scritto a chiari lettere. «A volte preferirei se fosse morto (so che sono parole forti) perché almeno prima o poi lo avrei accettato , avevo la possibilità di seppellirlo. Invece così è crudele». Le parole non finiscono: «Questo silenzio macabro e il dolore persistente sono peggio della morte». 

Nessuna risposta (per ora) da padre e figlio

Per ora nessuna replica da Fabrizio e Carlos. Le ultime stories dei due risalgono a ieri quando si vede anche un fabrizio finito al pronto soccorso con del sangue su una mano, ma poi il messaggio finale è: «Grazie a tutti è tutto ok»

© RIPRODUZIONE RISERVATA