Ferie da smaltire, le ambulanze dell'Ares 118 restano ferme

Ferie da smaltire, le ambulanze dell'Ares 118 restano ferme
di Giovanni Del Giaccio
3 Minuti di Lettura
Giovedì 9 Dicembre 2021, 05:01 - Ultimo aggiornamento: 10:42

 Ferie da smaltire, accumulate negli anni, così con il personale a casa alcune ambulanze dell'Ares 118 restano ferme. È accaduto nei giorni scorsi a Formia e Fondi, con il territorio rimasto scoperto durante la notte e in caso di emergenza la necessità di mandare il mezzo di Castelforte o Terracina, succederà ancora. Anche a causa di un episodio di Covid 19 proprio tra il personale della postazione di Formia che ha costretto a mettere in quarantena i colleghi. Al netto di questa vicenda, da mettere in conto considerato il servizio di emergenza che svolge il personale dell'Ares 118, il territorio negli ultimi giorni ha avuto diverse scoperture. Cosa che, per fortuna, non ha avuto conseguenze per la popolazione. Ma in caso di necessità? È quello che si chiede il personale, alle prese con turni contingentati per smaltire appunto ferie pregresse, accumulate anche nel corso di anni.
Un classico caso da coperta corta: il personale è insufficiente, per garantire i turni si è evitato di fare le ferie. Per garantire a tutti di svolgerle, invece, adesso può capitare che i turni stessi non siano garantiti.


Sempre dal personale viene fatto notare che di fronte all'emergenza Covid questo può sembrare un controsenso. Di più: se la postazione di Formia è scoperta e deve intervenire Fondi, per esempio, con un paziente da trasferire a Roma, automaticamente anche la seconda postazione non ha un'ambulanza in servizio e si devono fare i conti con le altre presenti sul territorio e spesso distanti o impegnate in altri servizi.
Come accade nelle aziende private, però le ferie pregresse pesano sul bilancio di Ares 118 e vanno smaltite. Resta il rischio di avere intere zone senza servizio in alcuni frangenti e di dover attivare - in caso di necessità - le ambulanze cosiddette spot. Vale a dire mezzi privati, in convenzione con Ares 118, che possono svolgere interventi sul territorio oltre quelli già di competenza nelle zone dove non ci sono postazioni dell'azienda regionale per l'emergenza sanitaria ma solo quelle del privato convenzionato.
Giovanni Del Giaccio
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA