Violenza donne, Conte: «Sbloccheremo a breve i fondi per gli orfani dei femminicidi»

Giovedì 31 Ottobre 2019

Saranno sbloccati i fondi per gli orfani dei femminicidi, assicura il premier Conteche ieri ha incontrato la commissione parlamentare d'inchiesta. «Ho annunciato che a breve, di intesa con il ministro Gualtieri, sbloccheremo i fondi per gli orfani delle vittime di crimini domestici, mentre stiamo accelerando per l'immediata ripartizione alle Regioni degli ultimi fondi per i Centri antiviolenza», ha scritto su Facebook il premier Giuseppe Conte dopo aver ricevuto ieri a palazzo Chigi i parlamentari della commissione di inchiesta sul femminicidio. «È forte e costante il nostro impegno. Le norme ci sono, le risorse faremo di tutto per incrementarle. Quello che ancora stenta a sedimentarsi, appunto, è una svolta culturale, necessaria per contribuire ad arginare questa inaccettabile e ingiustificata spirale di violenza. Proprio per dare un segnale ancora più forte in questa direzione oggi parte questo percorso comune con i parlamentari della Commissione di inchiesta sul femminicidio», conclude Conte.

Femminicidi, la beffa dei risarcimenti alle famiglie: «La vita di una donna vale poco più di 7mila euro»
Femminicidi, presidente commissione parlamentare: «Sbloccare al più presto i fondi per gli orfani»
Femminicidi: «Basta raffigurare donne deboli, mettete le foto degli uomini assassini»
Santa Subito, il film sulla vittima-martire: «La morte di mia sorella si poteva evitare»

«Un impegno che deve investire tutti, donne e in particolare gli uomini, e per cui ognuno di noi è chiamato a fare di più. Un impegno che assumo personalmente, anche attraverso attività di sensibilizzazione di cui mi farò promotore. Partendo proprio dai nostri giovani, dalle scuole che visiterò nelle prossime settimane con iniziative alle quali parteciperanno anche i parlamentari della Commissione», sottolinea il presidente del Consiglio.

Soddisfatta dell’incontro la presidente della commissione, la senatrice del Pd Valeria Valente. «Il femminicidio è il solo reato violento che non conosce crisi: nel nostro Paese muore una donna ogni due giorni, per mano di un uomo violento – ha sottolineato Valente -. Vincere questa battaglia deve essere una priorità per tutti ed è un bene prezioso che il capo del Governo abbia deciso di impegnarsi in tal senso, con una vera attenzione al tema. Mi fa particolarmente piacere anche che a giorni ci sarà lo sblocco della legge sugli orfani, vittime innocenti di crimini terribili e in tutti questi anni ‘dimenticati’ dalla giustizia e della politica».

«Nelle ultime settimane – ha continuato - abbiamo assistito ad una vera e propria escalation di violenza, tanto che abbiamo deciso di chiedere questo incontro al presidente del Consiglio Conte per confrontarci sulle azioni da mettete in campo. Con il Presidente in particolare abbiamo condiviso alcune priorità: oltre allo sblocco della legge sugli orfani, l’impegno per una velocizzazione nel trasferimento dei fondi ai centri antiviolenza e il lancio di una grande campagna culturale per la parità di genere che inizia dalle scuole, dato che sono ancora troppi gli stereotipi di cui la nostra società è intrisa. Il lavoro da fare è tanto, la strada è lunga e difficile ma siamo certi che con l’impegno in prima persona della politica ai più alti livelli, così come è accaduto in altri Stati, possiamo vincere la battaglia contro il femminicidio che ancora, nel 2019, è assurdamente tra le prime cause di morte delle donne».

 

Ultimo aggiornamento: 1 Novembre, 12:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA