Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Davide Miotti e Erica Campagnaro, la coppia in cordata insieme: lui morto, lei dispersa

Davide Miotti è la prima vittima identificata della Marmolada. La guida alpina 51enne era in cordata insieme alla moglie che ora risulta dispersa

Marmolada, i nomi delle vittime: identificato Davide Miotti, titolare di un negozio di sport. Dispersa la moglie
3 Minuti di Lettura
Lunedì 4 Luglio 2022, 12:41 - Ultimo aggiornamento: 18:59

Oggi a Belvedere di Tezze sul Brenta il negozio di articoli per sport e montagna “Su e giù sport” che Davide Miotti aveva aperto nel 1998 è rimasto chiuso. Di lui, guida alpina di 51 anini, e della moglie, Erica Campagnaro, 45 anni, non si hanno notizie da quanto sono saliti sulla Marmolada, ieri, 3 luglio.

Il corpo di Davide è stato riconosciuto questa mattina tra i sette rinvenuti e ora in via di identificazione da parte delle forze dell'ordine al Palaghiaccio di Canazei. Nessuna traccia invece della moglie Erica, che era con lui in cordata. Ogni ora che passa assottiglia ancora di più la speranza di ritrovarla in vita. 

Davide e Erica, una vita insieme tra le montagne 

Davide ed Erica erano sposati e avevano un figlio di 16 anni e una figlia di 25. Nati e cresciuti a Cittadella (Padova) da qualche anno si erano trasferiti a Tezze sul Brenta. Insieme condividevano la passione per la montagna: decine di foto li ritraggono in quota, molte delle quali insieme. Lui era un esperto scalatore da oltre 25 anni ed era considerato un punto di riferimento per la comunità alpina nella zona e profondo conoscitore delle Dolomiti. Anche ieri, 3 luglio, in quella calda domenica di sole avevano scelto la loro amata montagna, la Marmolada. 

La comunità di Cittadella si stringe nel dolore per la tragedia: «Ricordo Davide come un ragazzo in gamba, un esperto di alpinismo, aveva fatto della sua passione un lavoro, con lui la moglie Erica Campagnaro, una coppia unita, siamo davvero addolorati per questa tragedia», dice il sindaco di Cittadella Luca Pierobon, amico d'infanzia di Davide ed Erica. «Siamo quasi coetanei e abbiamo passato molte serate insieme da ragazzi. Più di 20 anni fa avevano aperto questo negozio super-specializzato per arrampicate ed escursioni in montagna. Si erano per quello trasferiti a Tezze, ma le loro origini sono qui. Siamo davvero addolorati per la famiglia»

 

Chi sono gli altri dispersi 

Al momento ci sarebbero sette vittime accertate per il crollo del ghiacciaio sulla Marmolada avvenuto ieri, 3 luglio. Un numero che sembra destinato tragicamente a salire visto l'alto numero di dispersi: si cercano ancora nel ghiaccio 15 dispersi, di cui 12 italiani. 

Sono in corso le procedure di identificazione dei corpi. Al momento sono state identificate 4 vittime, 3 italiani e un cittadino straniero che sarebbe originario della repubblica Ceca. Oltre a Erica Campagnaro tra i dispersi ci sono anche Liliana Bertoldi, residente a Levico Terme e Davide Carnielli di Fornace. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA