SANREMO 2020

Sanremo, le cover per i 70 anni del Festival: Junior Cally sceglie Vasco

Martedì 21 Gennaio 2020

Mentre le firme che chiedono l'esclusione di Junior Cally da Sanremo per i testi delle sue canzoni considerati violenti e contro le donne hanno già superato quota 20mila su change.org, lui - chiuso in un rigoroso silenzio stampa - va avanti per la sua strada. In attesa di una presa di posizione ufficiale di Viale Mazzini, la Rai comunica le canzoni (e gli ospiti) scelte dagli artisti per la serata del giovedì (6 febbraio), quella che omaggerà i 70 anni del festival con brani che ne hanno fatto la storia (e che saranno votati dall'Orchestra). E il nome del rapper romano è inserito nella lista, insieme a tutti gli altri. Porterà Vado al massimo di Vasco Rossi, insieme ai Viito.

Junior Cally, quando Eminem fece indignare Sanremo con i versi sessisti
Festival di Sanremo, Maurizio Costanzo stanga Monica Bellucci e Claudia Gerini: «Stessero a casa loro»

Tra le 24 canzoni scelte, non mancano le sorprese e le accoppiate inaspettate. Le donne hanno puntato molto su Mia Martini con Giordana Angi che proporrà La nevicata del '56 e Achille Lauro, che ha invitato Annalisa, con Gli uomini non cambiano. Simone Cristicchi ha risposto alla chiamata di Enrico Nigiotti per la sua Ti regalerò una rosa, così come Fausto Leali con Michele Zarrillo, per Deborah e Amedeo Minghi con 1950, messosi a disposizione di Rita Pavone. Anastasio omaggia Renato Zero con Spalle al muro, Piero Pelù Little Tony con Cuore matto. Elodie, con Aeham Ahmad, sceglie Adesso tu di Eros Ramazzotti, Elettra Lamborghini, con Myss Keta, Non succederà più di Claudia Mori e Diodato 24mila baci di Adriano Celentano. Ornella Vanoni torna al festival in duetto con Alberto Urso in La voce del silenzio (portata al festival da Tony Del Monaco e Dionne Warwick), come Simona Molinari, voluta da Raphael Gualazzi in E se domani di Mina, e Arisa, ospite di Marco Masini in Vacanze romane dei Matia Bazar.

Francesco Gabbani ha optato per L'italiano (Toto Cutugno), Bugo e Morgan per Canzone per te (Sergio Endrigo). Tosca porta il successo di Lucio Dalla Piazza Grande con Silvia Perez Cruz, mentre Irene Grandi con Bobo Rondelli La musica è finita di Ornella Vanoni. Omaggio quasi scontato di Paolo Jannacci per il padre Enzo con Se me lo dicevi prima, cantata con Francesco Mandelli. Il trio Tozzi-Ruggeri-Morandi di Si può dare di più rivive con Levante-Francesca Michielin-Maria Antonietta. Rancore con Dardust e La rappresentante di lista porta Luce di Elisa e Riki con Ana Mena sceglie L'edera di Nilla Pizzi, con Ana Mena. Osano Le Vibrazioni con i Canova in Un'emozione da poco di Anna Oxa.

E osano anche i Pinguini Tattici Nucleari con un medley fantasioso tra Papaveri e papere, Nessuno mi può giudicare, Gianna Gianna, Sarà perché ti amo, Una musica più fare, Salirò, Sono solo parole, Rolls Royce. Intanto, mentre si cerca ancora di chiudere l'accordo con Georgina Rodriguez, fidanzata di Cristiano Ronaldo, Maurizio Costanzo si schiera con Amadeus: «Fatelo lavorare in pace e basta». E in giornate di forti tensioni al vertice dell'azienda, Rai Pubblicità sgombra il campo dalle indiscrezioni su un possibile allarme sulla raccolta, parlando di 'deciso ottimismò per il 2020, proprio «grazie ai risultati attesi sul Festival di Sanremo e alla ricchissima offerta sportiva di Rai, che va dagli Europei di calcio alle Olimpiadi, dallo sci al ciclismo». I conti come sempre si fanno alla fine, ma l'obiettivo per il festival resta - a quanto si apprende - superare il record di 31,1 milioni messo a segno l'anno scorso, anche grazie al progetto 'Tra palco e città', che consente di allargare il perimetro dell'offerta portando i protagonisti tra la gente in strada, nelle piazze, nei palazzi storici: occasioni per dare visibilità ai brand che aderiscono al progetto.

 

Ultimo aggiornamento: 20:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA