In tilt il sistema dei prelievi all'ospedale di Cassino, utenti rispediti a casa

Gli sportelli si sono bloccati e si è fermato anche il reparto di analisi cliniche

In tilt il sistema dei prelievi all'ospedale di Cassino, utenti rispediti a casa
di Domenico Tortolano
3 Minuti di Lettura
Martedì 30 Agosto 2022, 08:16 - Ultimo aggiornamento: 14:57

Computer in tilt ieri mattina agli sportelli per i prelievi all'ospedale "Santa Scolastica" di Cassino e verde poco curato. E non mancano le polemiche degli utenti e dei visitatori. Prima delle nove di ieri i computer degli sportelli si sono bloccati e di conseguenza si è fermato anche il reparto di analisi cliniche con decine di persone in attesa. Erano utenti che avevano ottenuto l'appuntamento attraverso il numero verde della regione Lazio per ieri mattina per sottoporsi ai prelievi di laboratorio.

Prima, però, bisogna passare per gli sportelli per la registrazione e per i vari codici di riconoscimento. Ma i computer improvvisamente si sono bloccati creando la fila. Dagli sportelli nessuna risposta sul ripristino del servizio. Tanto che diversi pazienti se ne sono andati richiedendo per oggi la prenotazione. E chi aveva già pagato ha chiesto il rimborso che ha ottenuto. L'azienda, però, ieri pomeriggio ha fatto sapere che «Il problema themix laboratorio è stato risolto senza grandi ripercussioni».

A parte l'inconveniente tecnico del sistema informatico utenti e visitatori continuano a lamentarsi delle condizioni del verde che circonda il complesso ospedaliero che serve una utenza di oltre 120 mila persone. Il parco versa quasi sempre in condizioni di abbandono. Dice un visitatore:«Ogni volta che vengo in ospedale trovo sempre l'erba alta, anche di un metro. Probabilmente verrà tagliata poche volte all'anno. Anche la strada che porta alla pista di atterraggio degli elicotteri è costeggiata da erbacce. C'è scarsa manutenzione del verde ai quattro angoli della struttura ospedaliera. E' una evidenza che non si può negare. L'Asl dovrebbe essere più attenta alla cura del verde». Ed aggiunge:«Un parco ben tenuto è un biglietto da visita importante, soprattutto per un ospedale».

Dall'ente, però, affermano:«In questo momento non vi è erba, non è molto curata. Comunque non vi è attualmente una gara di appalto aggiudicata, ma è in fase preparazione (taglio erba e potatura)».
 
La competenza della gestione del verde e delle riparazioni è dell'ufficio Patrimonio dell'Asl di Frosinone che sta preparando il bando di gara per l'assegnazione dell'incarico. E non si sa ora quando avverrà il taglio dell'erba alta e la sistemazione del parco. Per questi servizi la direzione del Santa Scolastica ogni volta fa richiesta all'Asl di Frosinone. E quindi tutto dipende dagli uffici di competenza dell'azienda sanitaria. Tutti auspicano un intervento immediato per ridare decoro ad una struttura ospedaliera di livello. Inoltre si assicura che «Lo svuotamento dei contenitori dei rifiuti urbani avviene tutti i giorni dalla ditta di pulizie».

Ma nel parco spesso rimangono resti di buste di rifiuti gettati, probabilmente, dai visitatori o da altri. Ma che nessuno pulisce per tempo. E poi quasi nei pressi degli ingressi principali da anni sono abbandonati tra la sporcizia pezzi di materiali in disuso. E sulla strada che porta all'ospedale, di competenza dell'ente Provincia, ci sono canneti in crescita che creano problemi agli automobilisti. Vengono tagliati una volta all'anno, ma la ricrescita è veloce.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA