Ucraina, Papa Francesco torna a implorare una tregua per salvare i civili intrappolati a Mariupol

Ucraina, Papa Francesco torna a implorare una tregua per salvare i civili intrappolati a Mariupol
2 Minuti di Lettura
Domenica 24 Aprile 2022, 12:50

Città del Vaticano - Papa Francesco torna a chiedere alla Russia la tregua pasquale per fare uscire i civili intrappolati nelle acciaierie di Mariupol. Al termine del Regina Coeli, nel giorno della Pasqua ortodossa (festeggiata anche da Putin che ieri sera era presente al rito della veglia celebrata  dal Patriarca Kirill) il pontefice ha rinnovato la richiesta che Mosca ha fatto cadere anche nei giorni scorsi quando diversi leader religiosi hanno sottoscritto un medesimo appello a fini umanitari.

Papa Francesco si ferma per il dolore al ginocchio: non celebra la messa della Divina Misericordia

È «triste che le armi stiano prendendo sempre più il posto della parola - ha detto Francesco - serve un segno minimo e tangibile della volontà di pace. Si arresti l’attacco per venire incontro alle sofferenze della popolazione stremata». A due mesi dall'inizio della guerra restano evidenti le distanze tra il Vaticano e il Patriarcato di Mosca visto che quest'ultimo continua ad appoggiare moralmente un conflitto avviato per "togliere il male" dall'Ucraina. 

"A tutti chiedo di accrescere la preghiera per la pace e di avere il coraggio di dire e manifestare che la pace è possibile. I leader politici ascoltino la voce della gente che vuole la pace, non l’escalation del conflitto".

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA