Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Foligno Giostra della Quintana, il rione Cassero: «Cancellata la tradizionale corsa dei somari». Ecco cosa è successo

Foligno Giostra della Quintana, il rione Cassero: «Cancellata la tradizionale corsa dei somari». Ecco cosa è successo
di Giovanni Camirri
3 Minuti di Lettura
Domenica 12 Giugno 2022, 13:49

FOLIGNO- “Il Palio di San Rocco, e cioè la classica corsa dei somari in piazza San Domenico? Non si fa per la Giostra Sfida e non si farà nemmeno per la Rivincita a Settembre. Abbiamo dovuto dire stop”. A parlare, interpellato sul punto da Il Messaggero è Fabio Serafini, priore del Cassero, il rione che ha proposto e portato avanti per numerose edizioni la tradizionale corsa dei somari, il Palio di San Rocco.

Priore, cosa è cambiato?

“La manifestazione era nata per dar vita ad un evento piacevole che richiamasse famiglie e quindi i bambini per vivere una serata diversa in allegria e in un sano clima di gara così come da tradizione quintanara. Oggi, alla luce delle indicazioni normative, non è più possibile realizzare l’evento così come è stato pensato ed h preso forma per tutte le edizioni che sono state celebrate”.

Si spieghi meglio

“Credo che quella che era di fatto una passeggiata con i somari debba poter continuare ad avere la sua anima di festa. Quando invece dobbiamo ragionare sul posizionare uno strato di almeno 15 centimetri di spessore a coprire il circuito che viene calpestato dai somari tutto si complica. Sia perché siamo in piazza San Domenico nel centro storico di Foligno, sia perché così facendo tutto prenderebbe la forma di una gara, insomma di una vera e propria competizione, perdendo al contempo il suo Dna basato sulla volontà di creare un evento in allegria. Un evento pensato per far trascorre a tutti una serata spensierata”.

Evento, quindi, definitivamente cancellato?

“È prematuro dirlo. Certo è che per quest’anno ne per l’edizione di giostra di giugno ne per quella di settembre ci sarà il palio di San Rocco. Vederemo se per settembre si potrà pensare a qualche altro evento collaterale, ma per il momento portiamo avanti solo quelli realizzabili come “in vino veritas” e gli altri che fanno parte della nostra storia. Per chiarezza voglio ribadire che in questo non c’è alcuna polemica. Si tratta semplicemente della fotografia della realtà dei fatti. Non si punta il dito contro nessuno”.

GLI APPUNTAMENTI

Proseguono, intanto, gli appuntamenti che compongono il programma ufficiale dell’ente Giostra della Quintana. Domenica alle 17.30 in piazza della Repubblica ci sarà la “Gara dei Tamburini e Prove Ufficiali del Suono Unico”. Si passa a martedì 14 alle 18, sempre in piazza della Repubblica, con il concerto della Banda Musicale della Guardia di Finanza. Poi si arriva al rush finale quando venerdì 17, dalle 21.45 lungo le vie del centro storico di Foligno, ci sarà il Corteo delle Rappresentanze Rionali e dalle 23 in piazza della Repubblica “Lettura del Bando e Benedizione dei Cavalieri”. Il clou sarà sabato 18 quando, dalle 21, al Campo de li Giochi “Marcello Formica e Paolo giusti” andrà in scena la Giostra della Quintana de “La Sfida” che decreterà il vincitore di giugno, “il più bravo tra i bravi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA