Cane scappa di casa, sale in treno a Terni e scende a Foligno poi “bussa” alla porta della Polizia Ferroviaria

Lunedì 19 Ottobre 2020 di Giovanni Camirri

FOLIGNO - Un’avventura a lieto fine per un piccolo cagnolino che uscito dall’abitazione dei proprietari è entrato nella stazione ferroviaria di Terni ed è salito sul treno regionale diretto a Perugia. Nocchia, questo il suo nome, è un cagnolino meticcio che, una volta arrivato alla stazione di Foligno, è sceso dal treno e, dopo aver girovagato un po’ si presentava davanti agli uffici della Polizia Ferroviaria aspettando il momento propizio in cui la porta di ingresso si aprisse per poter entrare. E per palesare la sua presenza ha pure, a modo suo, “bussato”. Gli agenti della Sezione Polizia Ferroviaria di Foligno, guidati dal comandante Alessandro D’Antoni, si sono trovati questo cagnolino in ufficio che, senza star fermo un attimo passava da un agente all’altro, scodinzolando, per strappare qualche attenzione.

Trasforma la sua casa in "arca di Noe" per salvare 300 animali dall'uragano

I poliziotti, dopo averlo rifocillato un po’, si sono attivati allertando il servizio di Polizia Veterinaria il cui personale , intervenuto tempestivamente è riuscito, grazie alla lettura del microchip del cagnolino, a verificare i reali proprietari. Contattato il proprietario, ignaro ed incredulo che il suo piccolo amico si fosse allontanato dal giardino di casa senza che lui se ne accorgesse, Nocchia è stato riconsegnato dagli agenti della Polizia Ferroviaria. Un'avventura a lieto fine per un animaletto che con la sua simpatia ha strappato sorrisi e scaldato i cuori dei poliziotti della Ferroviaria.

Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre, 19:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA