Stramaccioni è tornato da Teheran: «C'è grande amarezza»

Lunedì 9 Dicembre 2019

Andrea Stramaccioni è tornato in Italia, con un volo privato Teheran-Istanbul e uno di linea fino a Roma, dopo i mesi vissuti alla guida dell'Esteghlal, le polemiche con la dirigenza, la recissione unilaterale per giusta causa. «C'è grande amarezza per il fatto che sia finita così , non credo lo volesse nessuno», dice il tecnico italiano, mentre nella capitale iraniana centinaia di tifosi della squadra di proprietà del ministero dello sport manifestano in piazza, con sue foto e slogan contro i dirigenti, per l'addio di Stramaccioni. «Io sono molto dispiaciuto e dal mio punto di vista abbiamo davvero fatto tutto il possibile sino alla fine per salvare il rapporto e continuare a lavorare, ma purtroppo dal club sono continuate ad arrivare conferme che non vi erano le condizioni che, peraltro, non ci sono mai state in tutti questi mesi», ha aggiunto l'allenatore, al quale lo scorso settembre era stato impedito il ritorno a casa durante la pausa delle nazionali per supposti problemi di visto. «Non è vero assolutamente che ho un altra offerta come qualcuno sta dicendo - ha concluso Stramaccioni - In questo momento sono solo molto triste e non ho tanto da dire se non che l'Esteghlal ha dei tifosi incredibili e che la gente iraniana è stupenda , li porto nel cuore ed è un onore incredibile ricevere questo affetto».

Ultimo aggiornamento: 16:18


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Botte per buttare i sacchetti e le dispute rabbiose sul web

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma