Mkhitaryan, il video che ricorda il genocidio in Armenia: «So bene cosa sia il 24 aprile»

Mkhitaryan, il video che ricorda il genocidio in Armenia: «So bene cosa sia il 24 aprile»
2 Minuti di Lettura

«Sono fiero di essere armeno e so che giorno è il 24 aprile»: è con queste parole che - sui suoi profili social - il calciatore della Roma Henrikh Mkhitaryan ha ricordato ai suoi fan che oggi è il giorno del ricordo del genocidio armeno, iniziato dai turchi e dai curdi nella notte tra 23 e 24 aprile 1915. Il centrocampista, in occasione della ricorrenza, ha rivendicato con orgoglio la propria appartenenza al popolo armeno, unendosi al messaggio che altri armeni famosi nel mondo stanno diffondendo oggi. Come per esempio l'attore Paolo Kessisoglu. Il genocidio - ad oggi - è ufficialmente negato dalla Turchia.

Mkhitaryan, tra magie e assist nel 2020 è stato l'uomo della differenza

Il riconoscimento Usa

Proprio oggi il presidente Usa Biden, primo nella storia degli Stati Uniti, lo ha ufficialmente riconosciuto: «ogni anno, questo giorno, ricordiamo le vite di tutti quelli che sono morti nel genocidio armeno in epoca ottomana e ci impegniamo di nuovo a prevenire che tali atrocità accadano di nuovo. Onoriamo le vittime del Meds Yeghern (Grande Male), in modo che gli orrori di quanto è accaduto non vadano mai persi nella storia», scrive Biden.

Sabato 24 Aprile 2021, 19:20 - Ultimo aggiornamento: 19:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA