Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Immobile spiega l'esultanza: «Ma quale cresta alla Belotti. E' una cosa dedicata a Cataldi»

foto Rosi
1 Minuto di Lettura
Giovedì 31 Ottobre 2019, 19:54 - Ultimo aggiornamento: 19:55

Si chiama "muto a catena" ed è un'esultanza dedicata a Danilo Cataldi. Ciro Immobile chiarisce così l'equivoco sulla presunta cresta mimata dopo il rigore segnato ieri al Torino e che per molti tifosi granata sembrava uno scherno all'amico Andrea Belotti: «La mia esultanza? Era una cosa tra me e Cataldi - ha spiegato l'attaccante biancoceleste ai microfoni di Lazio Style Channel - si chiama "muto a catena": quando qualcuno parla nella zona fisioterapica, arriva Cataldi e dice "muto a catena", facendo questo gesto».
«Avevo il dito un po' così (lussato,ndr) e sembrava una cresta. Se vedete il video Cataldi lo fa bene. Non avevo fatto nessuna scommessa con Belotti, la cresta è sua e non si tocca. Il Gallo è un ragazzo eccezionale, è difficile trovare persone come lui in questo sport».

© RIPRODUZIONE RISERVATA