Lazio, Immobile: «Ringrazio chi mi è stato vicino. A Formello i migliori compagni di squadra»

Domenica 2 Agosto 2020 di Valerio Cassetta
«Ho amato questo sport fin da bambino ed è stato proprio l’amore e la passione per il calcio che mi hanno portato ad osare e credere sempre e fortemente, ogni volta di più, nei miei sogni». Ciro Immobile prende il mano il lo smartphone ed inizia a scrivere un post di ringraziamento dopo una stagione da sogno. «Spingere la così detta asticella sempre più alto non è stato semplice. Ringrazio mia moglie, che mi ha tenuto per mano e supportato e sopportato nei giorni più difficili, i miei figli, che mi hanno fatto sorridere anche quando le cose non andavano bene. Ringrazio i miei genitori e mio fratello, perché mi hanno insegnato il sacrifico e l’umiltà, regole che valgono prima nella vita e poi nello sport», spiega il capocannoniere della Serie A e vincitore della Scarpa d’Oro. «Grazie a tutta la dirigenza al mio mister e al suo meraviglioso staff, a tutte le persone che lavorano intorno a noi che mi hanno fatto sentire speciale dal primo giorno che ho messo piede a Formello. Ma soprattutto un grazie enorme va a voi amici, siete davvero i compagni di squadra migliori che potessi avere e grazie ad ognuno di voi tutto questo è stato possibile vi voglio bene», continua Immobile, che non dimentica di citare tutti i membri della Lazio. Un pensiero va anche al pubblico: «Non ultimi i tifosi, grazie per l’affetto che avete dimostrato dal primo giorno che sono arrivato. Mi avete accolto come figlio della vostra città e mi avete spinto a dare il massimo per questi colori». Insomma, la riconoscenza prima di tutto. «È passato un altro anno molto più difficile ,ma non per noi ma per tutte le persone che hanno lottato per noi e per i nostri bimbi e nei periodi difficili- Scrive Immobile in riferimento all’emergenza sanitaria Covid-19 -. Grazie al loro lavoro ci hanno fatto guardare avanti con fiducia. Grazie per tutti i messaggi che ho ricevuto dai miei compagni di nazionale e da tutti i tifosi che amano questo sport. Vi abbraccio».
© RIPRODUZIONE RISERVATA