Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Juve, l'Atletico Madrid mette nei guai Allegri. Da Kostic a Frattesi fino al difensore: i nomi sul tavolo

Juve, l'Atletico Madrid mette nei guai Allegri. Da Kostic a Frattesi fino al difensore: i nomi sul tavolo
di Alberto Mauro
3 Minuti di Lettura
Lunedì 8 Agosto 2022, 14:09

Nessun dramma, ma il 4-0 incassato nell’ultima amichevole di ieri contro l’Atletico Madrid allarma una Juve apparsa in netto ritardo a una settimana dall’inizio del campionato. Manca gioco, equilibrio, solidità difensiva e pericolosità offensiva, con gli spagnoli dominanti anche dal punto di vista atletico, ora servono almeno 3 innesti sul mercato per completare una rosa che non ha dato ad Allegri le risposte che voleva.

Juve in ritardo, le assenze

Solo l’esordio a ferragosto contro il Sassuolo dirà se si è trattato di uno scivolone estivo condizionato dai carichi di lavoro d’agosto o di una situazione più delicata del previsto, con le assenze pesanti di Pogba e McKennie ancora per qualche settimana e il caso Kean da gestire: fuori contro l’Atletico per punizione, a causa di un ritardo alla convocazione. Mentre sui social torna in tendenza su Twitter l’hashtag #Allegriout, è dallo stesso allenatore che ci si aspetta un cambio di marcia per ritrovare un equilibrio e quella solidità che l’anno scorso si sono visti solo a tratti. In più preoccupa la difesa, profondamente rivoluzionata dopo l’addio di Chiellini e de Ligt. Contro Morata (scatenato con la tripletta nel 4-0 finale) Bonucci e Bremer hanno pasticciato, e gli 8 gol incassati nelle ultime 3 amichevoli (Atletico, Real e Barcellona) sono più di un campanello d’allarme.

Da Kostic al centrocampista: gli obiettivi

La Juve è ancora un cantiere, nel quale a breve si inserirà Kostic ma probabilmente non basterà. A centrocampo senza Pogba mancano qualità, cambio di passo e gol, ecco perché la Juve pensa a Frattesi e intanto accelera per Paredes dal Psg (Arthur è sempre più vicino al Valencia), mentre in uscita il Manchester United ci prova per Rabiot. In difesa dipende tutto da Rugani: se rifiuterà definitivamente le diverse proposte (Samp, Empoli e Galatasaray) non arriverà Milenkovic, mentre in attacco Allegri è ancora a caccia del vice Vlahovic. L’identikit perfetto è quello di Morata: centravanti d’esperienza che all’occorrenza può giocare esterno, a supporto di Vlahovic, ma per l’Atletico ora Alvaro è fondamentale, e non se ne priverà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA