Fantacalcio, le probabili formazioni della 31a giornata: dubbio Dybala per Pirlo, scelto il sostituto di Ibrahimovic nel Milan

Pirlo deve scegliere uno tra Dybala e Morata per affiancare Ronaldo in Atalanta-Juve: al momento è in vantaggio lo spagnolo
di Francesco Guerrieri
5 Minuti di Lettura
Martedì 20 Aprile 2021, 18:43

Otto giornate alla fine della stagione, poi arriverà il momento di tirare le somme. C’è chi nelle proprie leghe è già fuori dai giochi, chi sta lottando per il podio e altri che sanno di non poter commettere il minimo errore perché in palio c’è il primo posto. Siamo nella fase decisiva del campionato ma anche del fantacalcio, ogni scelta può diventare decisiva. Vediamo allora quali sono le probabili formazioni della 31a giornata di Serie A che inizierà sabato alle 15 con Crotone-Udinese e si chiuderà domenica sera con il big match tra Napoli e Inter.

CROTONE-UDINESE (Sabato ore 15)
Pereira-Rispoli è l’unico ballottaggio, sulla fascia. Davanti spazio al tridente. Nell’Udinese Okaka insidia Llorente, Molina più di Zeegelaar sulla fascia.
Crotone (3-4-3): Cordaz; Djidji, Golemic, Luperto; Pereira, Molina, Petriccione, Reca; Messias, Simy, Ounas.
Udinese (3-5-1-1): Musso; Becao, Nuytinck, Samir; Molina, De Paul, Arslan, Walace, Larsen; Pereyra; Llorente.

SAMPDORIA-VERONA (Sabato ore 15)
Yoshida o Tonelli al centro della difesa di Ranieri, Jankto favorito su Damsgaard e Gabbiadini su Keita. Nel Verona Dimarco può restare fuori, se giocherà lo farà nei tre in difesa. Sturaro scalpita per un posto a centrocampo.
Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello; Candreva, Thorsby, Adrien Silva, Jankto; Gabbiadini, Quagliarella.
Verona (3-4-2-1): Silvestri; Ceccherini, Magnani, Lovato; Faraoni, Tameze, Veloso, Lazovic; Barak, Zaccagni; Lasagna.

SASSUOLO-FIORENTINA (Sabato ore 18)
De Zerbi ancora con Raspadori in attacco, Haraslin può togliere il posto a Traoré e Lopez è favorito su Obiang. Dietro più Chiriches di Marlon. Ribery o Kouamé vicino a Vlahovic, può restare fuori Amrabat in favore di Pulgar. A destra ballottaggio Caceres-Venuti.
Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Chiriches, Ferrari, Rogerio; Lopez, Locatelli; Traoré, Djuricic, Boga; Raspadori.
Fiorentina (3-5-1-1): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Martinez Quarta; Caceres, Bonaventura, Pulgar, Castrovilli, Biraghi; Ribery; Vlahovic.

CAGLIARI-PARMA (Sabato ore 20.45)
Out Cragno, tra i pali rossoblù c’è ancora il vice Vicario. Carboni titolare, Zappa può prendere il posto di Lykogiannis e Pavoletti in leggero vantaggio su Simeone. Squalificato Gagliolo nel Parma, Osorio-Bani al centro e Busi a sinistra. Dubbio tra Man e Mihaila in attacco.
Cagliari (3-5-2): Vicario; Rugani, Godin, Carboni; Nandez, Marin, Nainggolan, Duncan, Lykogiannis; Joao Pedro, Pavoletti.
Parma (4-3-3): Sepe; Conti, Osorio, Bani, Busi; Kucka, Brugman, Kurtic; Man, Pellè, Gervinho.

MILAN-GENOA (Domenica ore 12.30)
Ibra out per squalifica, davanti spazio a Leao con Rebic sulla fascia. Ancora fuori Calabria, testa a testa tra Kalulu e Dalot per sostituirlo. Turno di stop anche per Criscito nel Genoa, Masiello con Goldaniga e Radovanovic in difesa. Pandev-Scamacca la coppia d’attacco, ma occhio alla carta Destro.
Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma; Kalulu, Tomori, Kjaer, Hernandez; Kessie, Bennacer; Saelemaekers, Calhanoglu, Rebic; Leao.
Genoa (3-5-2): Perin; Goldaniga, Radovanovic, Masiello; Biraschi, Strootman, Badelj, Zajc, Ghiglione; Pandev, Scamacca.

ATALANTA-JUVENTUS (Domenica ore 15)
Senza Pessina (oltre ad Hateboer), l’unico dubbio di Gasperini è sulla trequarti con Pasalic in pole su Ilicic e Miranchuk. Nella Juve può riposare Chiellini, Kulusevski verso una maglia da titolare e Morata in vantaggio su Dybala. Bentancur e Rabiot in vantaggio su McKennie e Arthur.
Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Djimsiti, Palomino; Gosens, de Roon, Freuler, Malinovskyi; Pasalic; Muriel, Zapata.
Juventus (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, de Ligt, Bonucci, Danilo; Kulusevski, Bentancur, Rabiot, Chiesa; Morata, Ronaldo.

BOLOGNA-SPEZIA (Domenica ore 15)
Testa a testa Schouten-Dominguez vicino a Svanberg, Sansone si candida per un posto in attacco ma parte dietro gli altri. Nello Spezia ancora Nzola favorito su Piccoli, Pobega può restare fuori a centrocampo con Estevez prima alternativa a Sena.
Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Danilo, Soumaoro, Dijks; Schouten, Svanberg; Orsolini, Soriano, Barrow; Palacio.
Spezia (4-3-3): Provedel; Ferrer, Erlic, Chabot, Marchizza; Sena, Ricci, Maggiore; Verde, Nzola, Gyasi.

LAZIO-BENEVENTO (Domenica ore 15)
Marusic dovrebbe tornare a centrocampo, in alternativa prenderà il posto di Patric nei tre dietro con Fares a sinistra. Squalificato Caicedo, Correa più di Muriqi in attacco. Nel Benevento Lapadula in vantaggio su Caprari, Improta largo a sinistra nel 3-5-2 di Inzaghi.
Lazio (3-5-2): Reina; Patric, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto, Marusic; Correa, Immobile.
Benevento (3-5-2): Montipò; Glik, Caldirola, Barba, Depaoli; Hetemaj, Schiattarella, Ionita, Improta; Lapadula, Gaich.

TORINO-ROMA (Domenica ore 18)
Buongiorno parte davanti a Nkoulou, più Vojvoda di Murru e Verdi-Lukic è il dubbio di Nicola sulla trequarti. Villar favorito su Diawara nella Roma, dove Calafiori insidia Bruno Peres e Fonseca pensa a Mkhitaryan favorito anche se Perez e Pedro sono in vantaggio. Dzeko verso la panchina.
Torino (3-4-1-2): Milinkovic; Izzo, Bremer, Buongiorno; Vojvoda, Rincon, Mandragora, Ansaldi; Verdi; Sanabria, Belotti.
Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Cristante, Ibanez; Karsdorp, Villar, Veretout, Bruno Peres; Perez, Pedro; Mayoral.

NAPOLI-INTER (Domenica ore 20.45)
Mario Rui e Hysaj si giocano il posto sull’out sinistro, Osimhen verso la conferma da titolare con Mertens verso la panchina. Più Demme di Bakayoko in mediana. Squalificato Lozano. L’unico dubbio di Conte è a sinistra, dove Perisic parte in vantaggio su Young.
Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz, Demme; Politano, Zielinski, Insigne; Osimhen.
Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen, Perisic; Lautaro, Lukaku.

© RIPRODUZIONE RISERVATA