Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Fantacalcio, consigli e probabili formazioni della 13a giornata: Kulusevski per il riscatto, c'è un solo giocatore schierabile del Torino

Partita speciale per Dejan Kulusevski, torna a Parma da ex ed è in cerca di riscatto
di Francesco Guerrieri
7 Minuti di Lettura
Lunedì 21 Dicembre 2020, 21:22

Dopo soli due giorni dalla fine dell’ultima giornata si torna in campo con il 13° turno di campionato. Continua il tour de force dei fantallenatori, che vogliono chiudere il 2020 col botto nelle ultime due giornate dell’anno. Tra sabato e domenica si giocherà la 13a, che sarà aperta da Fiorentina-Verona e chiusa dal posticipo tra Lazio e Napoli. Occhi puntati sulle probabili formazioni, per scoprire quali possono essere le sorprese di questo turno, le certezze da schierare a occhi chiusi e i giocatori sui quali è meglio non puntare.

FIORENTINA-VERONA (Sabato ore 15)
Ok Dragowski ma considerate che può arrivare un malus, Milenkovic cerca riscatto e Biraghi è sempre pericoloso con le sue cavalcate. L’ex Amrabat non vive un buon momento, Callejon non è quello di Napoli e Pulgar è il rigorista della squadra e va considerato. Vlahovic si è riscattato, si può riproporre. Per Silvestri vale lo stesso discorso di Dragowski, Lovato è l’unico difensore gialloblù che ci ispira. Faraoni può portare assist, Dimarco cerca spesso il jolly, Tameze sta bene e potete pensarci. Zaccagni va messo sempre perché sta esplodendo, Colley ancora non convince e Di Carmine fatica spesso.
Fiorentina (4-4-1-1): Dragowski; Caceres, Milenkovic, Pezzella, Biraghi; Callejon, Amrabat, Pulgar, Castrovilli; Ribery; Vlahovic.
Verona (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Magnani, Lovato; Faraoni, Tameze, Ilic, Dimarco; Colley, Zaccagni; Di Carmine.

SAMPDORIA-CROTONE (Sabato ore 18)
Audero è una buona scelta, Ferrari e Augello se cercate una sufficienza. Damsgaard è il gioiellino di Ranieri, chi l’ha preso può puntarci per questa giornata. Thorsby ed Ekdal difficilmente portano bonus, Quagliarella è un grande sì per questa giornata. Nel Crotone ci piace Reca, un treno sulla fascia, meglio lui dell’ex Pereira. Magallan troppo incostante, Messias meglio di Simy che non segna da tempo.
Sampdoria (4-4-2): Audero; Ferrari, Yoshida, Tonelli, Augello; Jankto, Thorsby, Ekdal, Damsgaard; La Gumina, Quagliarella.
Crotone (3-5-2): Cordaz; Magallan, Marrone, Luperto; Pereira, Molina, Petriccione, Eduardo, Reca; Messias, Simy.

PARMA-JUVENTUS (Sabato ore 20.45)
Difesa del Parma da evitare, se credete nei gialloblù l’esperienza di Bruno Alves può fare la differenza. Hernani è in forma ma non gli chiedete miracoli, Gervinho può creare scompiglio nell’area bianconera. Szczesny è il miglior portiere della Serie A insieme a Donnarumma; de Ligt e Bonucci sono sempre una garanzia e spesso pericolosi anche in zona gol. Cuadrado e Chiesa meglio di Bentancur e Rabiot, incostanti e poco da fanta. Kulusevski è l’ex che vuole convincere Pirlo, Morata e Ronaldo devono riscattarsi.
Parma (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Osorio, Bruno Alves, Gagliolo; Hernani, Brugman, Kucka; Gervinho, Cornelius, Karamoh.
Juventus (3-4-1-2): Szczesny; de Ligt, Bonucci, Danilo; Cuadrado, Bentancur, Rabiot, Chiesa; Kulusevski; Morata, Ronaldo.

TORINO-BOLOGNA (Domenica ore 12.30)
In porta torna Sirigu ma sta vivendo una situazione delicata e ci ispira poco. Giampaolo dovrebbe riproporre anche Izzo ma la difesa granata traballa troppo. In momenti di crisi meglio le certezze. Anzi: la certezza. Quale? Belotti. L’unico schierabile in un Toro che continua a deludere. L’ex De Silvestri in cerca di assist, Danilo e Tomiyasu possono arrivare alla sufficienza. Medel e Dominguez potete lasciarli serenamente a riposo, Soriano gioca sulla trequarti e quest’anno ha dimostrato di saperci fare sotto porta. Preferiamo Barrow a Palacio, il gambiano viene da un rigore sbagliato nell’ultima giornata quando però ha fatto anche un gran gol.
Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Lyanco, Bremer; Vojvoda, Lukic, Rincon, Linetty, Rodriguez; Bonazzoli, Belotti.
Bologna (4-2-3-1): Da Costa; De Silvestri, Danilo, Paz, Tomiyasu; Medel, Dominguez; Vignato, Soriano, Barrow; Palacio.

CAGLIARI-UDINESE (Domenica ore 15)
Cragno è sempre un portiere da buoni voti, Zappa ci piace e ha voglia di stupire; convincono meno gli altri tre. Marin e Rog giocano lontano dalla porta, Sottil ha dimostrato di saper colpire in zona gol e ci ispira più di Nandez: l’uruguaiano è ancora in fase post-Covid, così come Simeone. Musso viene da un clean sheet, può prendere uno o due malus ma queste sono le sue partite. La difesa dell’Udinese può soffrire, Larsen meglio di Zeegelaar e Pereyra è un’ottima scelta perché può fare assist ma anche fare gol. Araslan può essere la sorpresa perché da fuori ci prova sempre. Deulofeu a fiammate, Pussetto si può riproporre.
Cagliari (4-2-3-1): Cragno; Zappa, Walukiewicz, Klavan, Lykogiannis; Marin, Rog; Nandez, Joao Pedro, Sottil; Simeone.
Udinese (3-5-2): Musso; Becao, Bonifazi, Samir; Larsen, de Paul, Arslan, Pereyra, Zeegelaar; Deulofeu, Pussetto.

BENEVENTO-GENOA (Domenica ore 15)
Nella difesa giallorossa ci piace Letizia che arriva spesso sul fondo, i tre centrocampisti da evitare perché poco da fanta e col cartellino facile. Potete trovare di meglio di Iago Falque e Caprari, Lapadula si sbatte sempre lì davanti ma i gol non arrivano. Non è una gran stagione per Criscito, ma un difensore rigorista va sempre messo; una buona soluzione può essere Ghiglione, Sturaro e Rovella se cercate un 6. Scamacca meglio di Shomurodov, che convince ancora poco.
Benevento (4-3-2-1): Montipò; Letizia, Glik, Tuia, Barba; Hetemaj, Ionita, Dabo; Iago Falque, Caprari; Lapadula.
Genoa (4-4-2): Perin; Goldaniga, Bani, Masiello, Criscito; Ghiglione, Sturaro, Rovella, Pjaca; Scamacca, Shomurodov.

SASSUOLO-MILAN (Domenica ore 15)
Ferrari è sempre da buoni voti, Toljan se la vedrà con Hernandez ed è un buon motivo per guardare altrove. Senza Locatelli squalificato sarà Maxime Lopez a far girare la squadra, Magnelli serve a poco al fantacalcio. Djuricic ha il bonus in canna, Boga non è quello dell’anno scorso e non sarebbe una pazzia tenerlo fuori. De Zerbi sta pensando a Ciccio Caputo dal primo minuto? De Zerbi ci pensa, voi mettetelo coprendovi con una riserva. Theo va messo sempre e comunque, neanche a dirlo. Romagnoli a comandare la difesa, Kessie meglio di Tonali e Calhanoglu è a un passo dal gol. Non benissimo Leao nelle ultime partite, è più consigliato Rebic.
Sassuolo (4-3-1-2): Consigli; Toljan, Marlon, Ferrari, Kyriakopoulos; Lopez, Magnanelli; Duncan, Djuricic, Boga; Caputo.
Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kalulu, Romagnoli, Hernandez; Tonali, Kessie; Castillejo, Calhanoglu, Leao; Rebic.

INTER-SPEZIA (Domenica ore 15)
Handanovic è la migliore scelta per questa giornata, promossa anche la difesa così come tutto il blocco Inter. Contro lo Spezia serve una prestazione convincente, coprendovi potete mettere anche i vari Darmian e D’Ambrosio che dovrebbero partire fuori. Eriksen? Per noi è ancora un no. Lo Spezia proverà a fare il colpo a San Siro ma il nostro consiglio è quello di pescare con intelligenza dalla squadra di Italiano. Non è una pazzia mettere Nzola come terza punta, viene da una doppietta a Bologna ed è in cerca di altri bonus.
Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Vidal, Perisic; Lukaku, Lautaro.
Spezia (4-3-3): Provedel; Ferrer, Terzi, Erlic, Bastoni; Estevez, Ricci, Maggiore, Gyasi, Nzola, Agudelo.

ATALANTA-ROMA (Domenica ore 18)
E’ la partita tra due delle squadre che giocano il miglior calcio della Serie A. Gollini arriva dal rigore parato a Ronaldo, può fare bene ma qualche malus bisogna metterlo in conto. Toloi e Romero meglio di Djmsiti, Gosens e Hateboer possono portare più bonus rispetto a de Roon e Freuler, nonostante il gol dello svizzero allo Stadium. Malinovskyi ha il piede caldo e va messo. Smalling è il leader della difesa della Roma, Ibanez è l’ex dal dente avvelenato, per Mancini è questione di cuore. Sì Karsdorp e Spinazzola, sì Pellegrini e Veretout: in questo momento il centrocampo della Roma è il migliore del campionato e vanno schierati tutti e quattro a occhi chiusi. Inutile dire di mettere Mkhitaryan. Pedro ha voglia di tornare al gol e potete metterlo.
Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Romero, Djimsiti; Hateboer, de Roon, Freuler, Gosens; Pessina, Malinovskyi; Zapata.
Roma (3-4-2-1): Mirante; Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Veretout, Pellegrini, Spinazzola; Mkhitaryan, Pedro; Dzeko.

LAZIO-NAPOLI (Domenica ore 20.45)
I due portieri sono sconsigliati per questa giornata come anche la difesa biancoceleste, troppo pericolosa. Milinkovic può esaltarsi, Luis Alberto non vive un gran momento ma potete schierarlo comunque. Ok anche Lazzari che vuole accendere il motorino per affondare sulla fascia di Mario Rui, Escalante e Marusic da evitare. Dall’altra parte peschiamo senza timori la coppia di centrali Manolas-Koulibaly, per Di Lorenzo non sarà una gara semplice ma con la sua grinta può emergere. Solo muscoli per Bakayoko, Fabiàn ha più qualità ma il nuovo ruolo non l’aiuta in zona bonus. I tre sulla trequarti sono consigliati con Lozano in particolar modo. Petagna è in fiducia, se non avete alternative migliori potete schierarlo.

Lazio (3-5-2): Reina; Luiz Felipe, Hoedt, Radu; Lazzari, Milinkovic, Escalante, Luis Alberto, Marusic; Immobile, Correa.
Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Fabiàn Ruiz, Bakayoko; Lozano, Zielinski, Politano; Petagna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA