FANTACALCIO

Fantacalcio, l'analisi della 7a giornata: Zapata e Papu show, flop Lukaku

Lunedì 7 Ottobre 2019 di Francesco Guerrieri
Duvan Zapata è la macchina da bonus della super Atalanta di Gasperini che continua a stupire
La vittoria della Juve nel big match con l’Inter, il Milan che vince ma non ingrana, la Roma bloccata dal Cagliari e il Napoli fermato dal Toro. Nuovo week end di emozioni al Fantacalcio, tra sorrisi e delusioni. Chi  si dispera per un 71,5 e chi invece tira un sorriso di sollievo per aver strappato il 66. Vediamo – partita per partita – com’è andata la settima giornata in chiave Fanta.

BRESCIA-SASSUOLO rinviata al 18 dicembre
Il primo anticipo della settima giornata che era in programma venerdì scorso, è stato rimandato al 18 dicembre alle 20.45 per la scomparsa del presidente neroverde Giorgio Squinzi.
 
SPAL-PARMA 1-0
Petagna il migliore in campo, ok Kurtic. Bene il giovane Strefezza che macchia la prestazione con l’espulsione. Ok la difesa, Berisha porta a casa il clean sheet. Flop totale del Parma , qualche bella parata di Sepe e poco altro. Senza Inglese, Gervinho e Kulusevski rimangono in ombra, delude anche Bruno Alves.
Marcatore: Petagna.
Assist: Strefezza.
Espulso: Strefezza.
Ammoniti: Hernani, Petagna, Gagliolo, Kurtic, Sala.

VERONA-SAMPDORIA 2-0
Kumbulla è un muro dietro e bomber in area avversaria: difensore più giovane ad aver segnato in Serie A. Veloso conferma il momento positivo e Amrabat continua a stupire. Ok la difesa, Stepinski ancora a secco. La Sampdoria non riesce a uscire dal tunnel. Quagliarella non ingrana, Audero prende gol a ogni partita e Murru addirittura si fa autorete.
Marcatori: Kumbulla, aut. Murru.
Assist: Veloso.
Ammoniti: Ferrari, Chabot, Bonazzoli, Lazovic.

GENOA-MILAN 1-2
Panchina sempre più in bilico quella di Marco Giampaolo, ma almeno il Milan ha rialzato la testa. E con lui anche Kessie, che è andato sul dischetto perché non c’era Piatek (male il polacco). Romagnoli torna su buoni livelli, sorpresa Hernandez. Male – ancora – Suso e Calhanoglu. Schone pesca quel jolly che cercava da inizio stagione ma rovina la sua partita sbagliando il rigore, Kouame meglio di Pinamonti. Ok l’ex Zapata, meno bene Romero e Biraschi (subentrato a Criscito).
Marcatori: Schone, Hernandez, Kessie.
Assist: Paquetà.
Espulsi: Saponara, Biraschi, Calabria, Castillejo.
Ammoniti: Zapata, Lerager, Schone, Romero, Biglia, Paquetà.

FIORENTINA-UDINESE 1-0
Dragowski chiude la porta a doppia mandata, altra buona partita di Milenkovic che pesca il bonus in zona gol. Castrovilli non delude mai, Lirola tra alti e bassi. Chiesa e Ribery promossi ma senza guizzi. Ok Musso, peccato per il gol preso; meno bene la difesa. Larsen e Sema spingono, De Paul da rivedere, e Okaka meglio di Nestorovski.
Marcatore: Milenkovic.
Assist: Pulgar.
Ammoniti: Castrovilli, Samir, Opoku.

ATALANTA-LECCE 3-1
La squadra di Gasperini gira a meraviglia: Zapata e Gomez trascinatori, Gosens  è un treno e de Roon e Freuler fanno muro lì in mezzo. Ok la difesa e Gollini, che non può nulla sul gol subito. Nel Lecce si salva Falco, l’unico a provarci. Mancosu non brilla, Babacar entra male e anche Imbula è troppo confusionario a centrocampo. La difesa crolla.
Marcatori: Zapata, Gomez, Gosens, Lucioni.
Assist: Gosens, Zapata, Ilicic, Falco.
Ammoniti: Kjaer, de Roon, Lucioni, Majer, Rispoli.

BOLOGNA-LAZIO 2-2
Sorridono gli attacchi, trionfa Ciro Immobile con una doppietta. Meno bene le difese, dove a fare la differenza è l’esperienza di Acerbi. Gara nervosa con tanti duelli soprattutto a centrocampo: a rimetterci sono Medel e Leiva. Deludono anche Milinkovic e Correa. La sorpresa? Svanberg.
Marcatori:Krejci, Immobile (2), Palacio.
Assist: Orsolini, Lulic, Luis Alberto.
Espulsi: Medel, Leiva.
Ammoniti: Krejci, Sansone, Danilo, Bani, Palacio, Luiz Felipe, Lulic.

ROMA-CAGLIARI 1-1
Alti e bassi per la squadra di Fonseca che non riesce a trovare continuità. A secco Dzeko, Zaniolo dà profondità alla squadra e Veretout sulla trequarti non ci è dispiaciuto.  Dietro Spinazzola meglio di Kolarov, male i centrali. Kluivert sta crescendo.  Il voto di Olsen sale con due/tre belle parate, Pisacane dà sicurezza, Nainggolan ha bisogno di tempo per tornare in forma. Bene Joao Pedro, meno Simeone.
Marcatori: Joao Pedro, aut. Ceppitelli.
Assist: -
Ammoniti: Ceppitelli, Cigarini, Simeone, Pellegrini.

TORINO-NAPOLI 0-0
Sirigu e Meret i migliori che potevate mettere per questa partita. Nkoulou c’è, bene Ansaldi. Belotti spento, Verdi cerca il gol dell’ex ma è poco preciso. Manolas guida la difesa di Ancelotti, Di Lorenzo è più in forma di Hysaj e si vede; ok Allan e Fabiàn, bocciati Zielinski e Lozano. Lì davanti non girano neanche Insigne e Mertens.
Marcatori: -
Assist: -
Ammoniti: Lukic, Lozano, Luperto.

INTER-JUVENTUS 1-2
Lo scontro tra giganti l’hanno vinto gli uomini di Sarri. Handanovic impreciso soprattutto sul primo gol, Skriniar leggermente sotto i compagni di difesa e D’Ambrosio spinge sulla fascia. Brozovic mette ordine, Sensi si sgancia poco per andare in area avversaria. Delude Lukaku, Lautaro il più vivace in attacco e trova anche il bonus dal dischetto. Passo indietro per De Ligt rispetto alle ultime partite, Bonucci è leader e colonna della difesa. Ok Cuadrado e Alex Sandro. Pjanic  è il cervello di questa Juve, Matuidi meglio di Khedira; flop di Bernardeschi lanciato titolare, Higuain e Dybala colpiscono.
Marcatori: Dybala, Lautaro, Higuain.
Assist: Pjanic, Bentancur.
Ammoniti: Vecino, Barella, Alex Sandro, Emre Can, Pjanic.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma