FANTACALCIO

Fantacalcio, l’analisi della 28esima giornata: Quaglia show, Vecino decisivo

Lunedì 18 Marzo 2019
Fantacalcio, l’analisi della 28esima giornata
La sorpresa più grande è stata la prima sconfitta in campionato della Juventus, che senza Cristiano Ronaldo affonda contro il Genoa. La Roma cade in casa della Spal, vincono Lazio e Napoli. L’Inter trionfa nel derby di Milano in una partita con cinque gol. Nella corsa alla salvezza punti importanti per Cagliari, Empoli e Bologna.

CAGLIARI-FIORENTINA 2-1
Conferme: è vero che è il primo gol del 2019, ma Joao Pedro era una scelta più che valida per questa giornata. Ok Barella. Bene anche Chiesa, che ha giocato e segnato. Il migliore dei suoi.
Delusioni: ci si aspettava bonus da Pavoletti e Muriel, è arrivato solo un giallo per l'attaccante rossoblù. Male Pezzella che si fa anche ammonire.
Sorprese: sicuramente Ceppitelli, che andando a saltare in area ha regalato un +3 ai più coraggiosi che l'hanno schierato. Debutto con assist per Cacciatore: occhio, può essere un jolly da qui a fine campionato.

SASSUOLO-SAMPDORIA 3-5
Conferme: Quagliarella non tradisce mai. Altro giro altri bonus: gol più assist, 21 reti e chiamata in Nazionale. +3 anche da Praet. In un Sassuolo che ha preso cinque gol c’è poco da confermare.
Delusioni: l'unica delusione in chiave Samp è per chi aveva Saponara e Ramirez, che se avessero giocato avrebbero potuto portare qualche bonus. Quasi tutti male trai neroverdi, dalla difesa a Berardi.
Sorprese: Boga stava giocando bene da un po', il primo gol italiano era nell'aria ed è arrivato. In pochi credevano a un Defrel così in forma dopo quello che era successo in settimana: schierato trequartista a sorpresa, risponde con gol e assist.

SPAL-ROMA 2-1
Conferme: chi ha puntato sui giocatori della Spal può sorridere, buon voto per Kurtic e gol di Petagna (11 in campionato). Difficile trovare conferme in una Roma che vive di alti e bassi. Tante insufficienze, uno dei pochi a salvarsi è Zaniolo entrato nella ripresa.
Delusioni: tutti positivi nella Spal, tra i giallorossi deludono Schick e Kluivert che sembravano quelli più in crescita dopo la vittoria con l'Empoli.
Sorprese: Fares correva come un treno su quella fascia, ha premiato con un +3 chi l’ha schierato. L'unica sorpresa della Roma può essere Diego Perotti, che entra nella ripresa e segna su rigore.

TORINO-BOLOGNA 2-3
Conferme: a 37 anni Rodrigo Palacio continua a fare la differenza. Un assist e mezzo (sul secondo c'è il tocco decisivo di Nkoulou), è stato il trascinatore del Bologna. La Lega non gli ha dato il gol, ma Ansaldi è sempre uno degli ultimi a mollare.
Delusioni: Sirigu ne prende tre e il voto inevitabilmente si abbassa. Il rosso a Lyanco gli costa anche un'insufficienza in pagella.
Sorprese: Berenguer è entrato negli ultimi 15' ma con l'assist a Izzo è stato uno dei pochi del Toro a salvarsi. Terzo gol in campionato per Orsolini, il primo del 2019. Può essere l'arma in più di Mihajlovic per la corsa alla salvezza.

GENOA-JUVENTUS 2-0
Conferme: capitan Criscito difficilmente tradisce. Anche contro la Juventus – da ex – porta a casa un’ottima gara. Bene anche Kouamé con un assist. Tutti rimandati tra i bianconeri.
Delusioni: difficile sceglierne una sola delusione nella squadra di Allegri. Non si salva nessuno. Nel Genoa ancora a secco Sanabria, che non segna da quattro partite.
Sorprese: Prandelli azzecca i cambi e il Genoa fa il colpo. In pochi avrebbero pronosticato bonus da Sturaro e Pandev, entrambi subentrati.

ATALANTA-CHIEVO 1-1
Conferme: anche in un’Atalanta che fatica, Ilicic e Zapata si confermano sempre: gol del primo, assist del colombiano. Nel Chievo bene Sorrentino nonostante il malus.
Delusioni: Gosens non affonda sulla fascia, Stepinski non regala bonus da più di un mese.
Sorprese: sono tutte in casa Chievo, Dioussé gioca una delle migliori partite da quando è tornato in Italia, Meggiorini non segnava da novembre scorso.

EMPOLI-FROSINONE 2-1
Conferme: ennesimo +3 di Ciccio Caputo, trascinatore dell’Empoli nella corsa alla salvezza. Bene anche Bennacer e Krunic (assist).
Delusioni: Ciano non trova il guizzo, Paganini meno convinto rispetto alla gara col Torino: insufficiente.
Sorprese: primi gol in Serie A per Pajac e Valzania, che regalano un sorriso a chi li ha presi e schierati.

LAZIO-PARMA 4-1
Conferme: Acerbi è il solito totem, altro assist per Correa. Bene (con tanto di un gol a testa) anche Marusic e Lulic sulle fasce.
Delusioni: Inglese insufficiente e mai in partita, Gervinho non si accende. Bocciata in blocco la difesa. Patric sbaglia sul gol di Sprocati. 
Sorprese: mago Luis is back: doppietta più assist. Luis Alberto era in debito con i fantallenatori perché l'ultimo timbro l'aveva messo a settembre. Si è rifatto con tutti gli interessi.

NAPOLI-UDINESE 4-2
Conferme: con l’infortunio di Insigne, Mertens si prende in mano il Napoli e torna quello di sempre: un gol e due assisti contro l’Udinese. Ok anche Callejon e Milik che è salito a 15 reti in campionato.
Delusioni: non benissimo Allan e Zielinski. Nell’Udinese male Mandragora da centrale di difesa, faticano anche Larsen e Troost-Ekong.
Sorprese: Younes esce dal tunnel e segna il primo gol con la maglia del Napoli. Fofana il migliore dei suoi.

MILAN-INTER 2-3
Conferme: de Vrij è sempre una sicurezza e in più stavolta ha portato a casa anche il bonus. Da quando non c’è Icardi, lì davanti il titolare fisso è Lautaro Martinez che si sta guadagnando il posto a suon di bonus. Musacchio è uno dei pochi a raggiungere la sufficienza nel Milan, anche grazie al gol.
Delusioni: sarebbe potuto essere il derby di Piatek, ma il polacco non ha brillato. Kessie nervoso, Suso ancora in ombra.
Sorprese: Vecino e Bakayoko sono i marcatori che non ti aspetti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Autobus a Roma, le trovate degli utenti per sopravvivere ai disagi

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma