La AX Milano doma lo Zenit, ma che sofferenza. Spanoulis nella leggenda

Venerdì 3 Gennaio 2020 di Marino Petrelli
MIlano vince una soffertissima partita contro lo Zenit e riparte in Eurolega. Al Forum finisce 73-72 e l'Olimpia trova la nona vittoria su diciassette partite che le permette di rimanere tra le prime otto in classifica. Tra sei giorni, ancora in casa, contro il Panathinaikos, una partita che può lanciare la AX in Europa. Bene Micov con 13 punti e Tarczewski con 11 punti e 9 rimbalzi. Gudaitis, decisivo nell'ultimo periodo, e Scola con 10 punti a testa. Per lo Zenit, che in trasferta ha vinto 3 delle sue quattro vittorie complessive, Ayon 15 punti e sette rimbalzi, Hollins 14 punti, Albicy 12

Milano senza Nedovic, Burns, Cinciarini e Mack, quest'ultimo quasi fuori dalle rotazioni. Esordio per Keifer Sykes, lo scorso anno ad Avellino e subito con molti minuti in campo. MIlano avanti 9-3, poi 15-8 al settimo. Hollins per lo Zenit chiude il primo quarto 19-17. Albicy è ispirato per gli ospiti con sei punti in fila per il 22-25 al 13esimo. La partita è ruvida, i russi anche se ultimi in classifica tengono bene. Milano trova la parità, 41-41, con cui si va al riposo lungo. 

L'Olimpia prova finalmente a scrollarsi di dosso gli avversari, Scola trova la tripla del 51-44 al 24esimo. Lo Zenit non molla e ritrova la parità sul 51-51 al 28esimo. Al terzo riposo, gli ospiti sono avanti 55-56. Non si segna per 2 minuti e mezzo, Della Valle smuove il tabellone per il 57-56 al 33esimo. Rodriguez segna una tripla impossibile per il 63-61, Ayon impatta con una schiacciata volante. Gli ultimi tre minuti si aprono ancora in parità. Micov di forza infila il 69-65, Albicy la tripla del 69-68. Gudaitis da sotto fa 71-68. Lo Zenit va in lunetta a 3 secondi e 4 decimi, Hollins fa uno su due (71-69), Tarczewski segna i liberi (73-69), Trushkin trova la tripla per il 73-72 finale. Il Forum respira ed esulta.

L'Eurolega intanto celebra Vassilis Spanoulis che da ieri sera è il miglior marcatore "all times" della competizione. Con i suoi 14 punti all'interno della partita persa dall'Olimpiacos contro il Fenerbahce ha raggiunto 4.157 punti in 318 partite giocate, superando Juan Carlos Navarro che di punti ne ha realizzati 4154 in 341 partite. Spanoulis, 37 anni e tre Euroleghe vinte, è anche il miglior assist man con 1.483 e il primo per tiri liberi segnati, 1.078. Nelle altre partite, vincono Efes e Real Madrid che restano rispettivamente prima e seconda in classifica. Da evidenziare la vittoria 76-74 del Baskonia sul Barcellona e quella del Panathinaikos, 102-106, in casa del Cska Mosca a cui non basta l'ex Milano James con 30 punti. Per i greci, super prestazione di Nick Calathes, 22 punti e 17 assist. Lo Zalgiris recupera 15 punti al Maccabi Tel Aviv e vince 73-68, vince anche la Stella Rossa Belgrado che insidia Milano in classifica.  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Divisioni a due cifre: ricordate? Incubo per studenti (e genitori)

di Veronica Cursi

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma