La faccia inedita della Corea: show cooking e diplomazia

Martedì 1 Ottobre 2019 di Lucilla Quaglia
L'assaggio di un piatto tipico coreano
Tutti pazzi per l'Asia. Mangia, Gioca, Ama Corea. Dall'evocativo titolo che ricorda il celebre film con Julia Roberts, si apre la Korea Week presso l'Istituto Culturale Coreano, a via Nomentana. Ovvero la grande vetrina della terra di Seul che fino al 4 ottobre propone food, giochi, beauty e cartoni digitali. E sono tante le star appassionate dal mondo orientale. Tra i primi ad apparire Violante Placido in caschetto biondo, camicia a righe bianche e nere su pantaloni scuri e ballerine. Arriva con il figlio Vasco e il compagno Massimiliano D'Epiro, ed è subito magia. Ecco Martina Menichini, in ampia giacca dai toni marroni, davvero intonata all'happening. Attrice e doppiatrice, è lei la madrina dell'inaugurazione mentre posa, assieme al direttore dell'Istituto Choong Suk Oh, accanto ad un gigantesco bibimbap: piatto tipico coreano dai gustosi sapori e colori, a base di riso, verdure, salse, carne macinata e uova. Sorpreso da questa golosa vivanda, che verrà poi servita ai presenti, Pino Quartullo, in compagnia del collega Paolo Biag. Pantaloni color prugna su blusa bianca per Beatrice Schiaffino, affascinata, come il collega Graziano Scarabicchi, dai sapori coreani. Fa il suo ingresso un'abbronzatissa Elena Bonelli, in scollato tubino fantasia, grande conoscitrice ed estimatrice della Corea di cui ha più volte cantato l'inno in varie occasioni. Il mondo aristocratico schiera i principi Maria Pia Ruspoli e Guglielmo Giovanelli Marconi. Appositamente da Milano Marisela Federici, che saluta lo stilista astrologo Massimo Bomba. Ammirano la mostra di cartoni animati digitali coreani (webtoon) Stefano e Daniela Traldi, quest'ultima alla guida della Conflirica. Scende le scale la solare Mirka Viola, ex Miss Italia, in total black, tra gli ultimi a brindare. Applaude l'ex ambasciatore Sergio Mercuri con la consorte Maria Giovanna mentre appare il grande fumettista coreano Yongseong Choi. E in questi giorni si potranno conoscere e assaggiare altri piatti come il tteokgalbi (polpettine di costolette di manzo macinato), il sikhye (bevanda dolce coreana a base di riso) e gli hangwa (dolci tradizionali coreani a base di riso soffiato). E per iniziare, si brinda con il sujeonggwa. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma