ROMA

Le Olimpiadi del sorriso: da Nicoletta Romanoff a Valentina Vezzali, ecco chi c'era

Lunedì 1 Aprile 2019 di Lucilla Quaglia​
Le Olimpiadi del sorriso: da Nicoletta Romanoff a Valentina Vezzali, ecco chi c'era

L’ottava edizione delle “Olimpiadi del Sorriso” rappresentano come sempre un’ottima occasione charity e un catalizzatore glam. Ovvero sport e solidarietà in scena presso il centro sportivo di via Donatello, sotto un bellissimo cielo azzurro, per una giornata dedicata alla Fondazione Operation Smile Italia: onlus attivissima nel restituire il sorriso ai bambini nati con la labiopalatoschisi, grazie a interventi gratuiti di chirurgia plastica ricostruttiva. L’importante kermesse prende subito vita di prima mattina con una madrina d’eccezione, la campionessa Valentina Vezzali, responsabile delle sezioni giovanili di scherma delle Fiamme Oro, di cui sfoggia la tuta: è lei ad aprire le danze. Dopo la fanfara della Polizia, centinaia di bambini della scuola primaria si sfidano in varie discipline sportive come calcio, pallavolo, nuoto, basket, danza, pentathlon moderno, coordinati dai tecnici sportivi del centro ospitante e coadiuvati da numerosi genitori volontari.
 

 

Le gare sportive si alternano a momenti di animazione per i più piccoli. E tra i genitori vip si riconosce l’altissima bionda Adriana Volpe, jeans su camicia e sneakers chiare: fa un tifo scatenato per la figlia Gisele, impegnata nel pentathlon moderno. Un po’ più in là, presso la palestra, applaude, tra gli spalti, una splendida Brigitta Boccoli in pantaloni animalier su t-shirt nera. Anche lei non si perde un’azione di basket del figlio Manfredi. «L’evento - spiega Alessandra Corrias, direttore generale Fondazione - sostiene, ormai da 8 anni, i progetti della nostra organizzazione, costituita da volontari medici, infermieri e altri operatori sanitari e impegnata in progetti di cura nazionali e internazionali». I fondi raccolti durante la scorsa edizione, 35.000 euro, hanno contribuito al finanziamento della missione medica in Madagascar. Invece quest’anno saranno destinanti alla missione internazionale in Malawi, a giugno.

Numerosi gli amici intervenuti: da Livia Azzariti, in giacca nera su lunga sciarpa bianca, cofondatrice e medico volontario della Fondazione. Ecco Bonifacio Spinola e Titti Brunetta, consorte di Renato Brunetta. Applausi per gli atleti delle Fiamme Oro, Manila Flamini e Giorgio Minisini, oro ai mondiali di Budapest 2017 nel duo misto tecnico di nuoto sicronizzato. Alla creazione dell’atteso happening ha inoltre partecipato con entusiasmo un team di mamme volontarie tra cui Diletta Bonifaci, Giulia Lancellotti, Maria Cristina Spalletti, Georgia Vitetti, insieme a Cristina Chiavari e a Flaminia Elser, cofondatrici della Fondazione. E alla fine è un successo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA