Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Omicron, quali i sintomi per i vaccinati? «Chiara connessione» tra contagio e svenimento

Omicron, quali sono i sintomi per i vaccinati? Trovata «chiara connessione» tra contagio e svenimento
3 Minuti di Lettura
Sabato 23 Aprile 2022, 19:18 - Ultimo aggiornamento: 25 Aprile, 16:14

Ora che sta prendendo piede anche una nuova variante del Covid (sono stati registrati 1300 casi in un giorno in Inghilterra) c'è sempre maggior attenzione su quali sono i sintomi di Omicron per i vaccinati. Anche perché, in Italia, ci sono oltre 50 milioni di persone che hanno ricevuto almeno una dose del siero contro il virus più temuto. Non tutti, però, hanno ricevuto la terza dose. E c'è anche chi ne ha avuta solo una. Perciò è bene fare attenzione a tutti quei segnali che può mandare il proprio corpo e che potrebbe comunicare che si è già contagiati. 

Omicron o influenza, i sintomi. L'immunologo: «Circolano 3 virus. Il tampone molecolare fa la differenza»

Omicron, quali sono i sintomi per i vaccinati?

Per riconoscere i sintomi dell'ultima variante del Covid, un gruppo di ricercatori norvegesi hanno condotto uno studio intervistando 111 persone su 117 che avevano partecipato a una festa in cui si è verificato un focolaio il 26 novembre 2021. Di questi, l'89% aveva ricevuto due dosi di un vaccino mRNA (quindi Pfizer o Moderna). Secondo i risultati pubblicati sulla rivista di malattie infettive ed epidemiologia, Eurosurveillance, ci sono stati otto segnali chiave dei loro corpi. I sintomi di Omicron per i vaccinati sono tosse, naso che cola, affaticamento, mal di gola, mal di testa, dolori muscolari, febbre e starnuti. Lo studio ha rilevato che tosse, naso che cola e affaticamento erano tra i sintomi più comuni negli individui vaccinati, mentre starnuti e febbre erano meno comuni.

Omicron, aumentano reinfezioni: «Rischio maggiore per donne, giovani e personale sanitario». Il report dell'Iss

I segnali premonitori di Omicron

Gli esperti suggeriscono anche che ci sono due sintomi distinti che potrebbero essere un segno che un test positivo è dietro l'angolo: stanchezza e vertigini/svenimento. Più che semplicemente sentirsi stanchi, l'affaticamento può tradursi in dolore fisico causando muscoli doloranti o deboli, mal di testa e persino visione offuscata e perdita di appetito. Un nuovo rapporto dalla Germania ha suggerito che esiste un legame tra svenimenti e Omicron dopo che i medici di Berlino hanno scoperto che il Covid stava provocando svenimenti ricorrenti per un paziente di 35 anni ricoverato in ospedale. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA