Roma, Natale: undici chili di ciambelline per aiutare chi non ha nulla

Sono confezionate in 45 pacchettini in vendita per beneficenza a Monteverde

Roma, undici chili di ciambelline per aiutare chi non ha nulla
di Pietro Piovani
3 Minuti di Lettura
Martedì 14 Dicembre 2021, 13:53 - Ultimo aggiornamento: 14:02

Daniela è in pensione e ha scelto di dedicare parte del suo tempo libero ad aiutare gli altri. In questi giorni, per esempio, si è occupata dei pacchi di Natale da far arrivare a chi non ha nulla. Lo fa per Roma XII solidale, associazione di cui già ci è capitato di scrivere in questa rubrica, una delle realtà che rendono ancora umana questa città facendo tanta sostanza e poco rumore, i famosi centomila fili d’erba che crescono in silenzio.

E dunque Daniela passa i suoi pomeriggi a ordinare i prodotti alimentari offerti dai generosi donatori del dodicesimo municipio, per poi distribuirli in 52 pacchi regalo destinati ad altrettante famiglie in difficoltà. Tutto viene smistato con criterio: «Ogni pacco è personalizzato» spiega Daniela. «Agli anziani non diamo il torrone duro per non metterli in difficoltà con i denti; a chi ha bambini piccoli aggiungiamo pannolini e omogeneizzati; ai senza fissa dimora mettiamo solo cibo di pronto consumo, niente cose da cucinare».

La settimana scorsa Daniela ha impastato e sfornato 11 chili (undici!) di ciambelline al vino, poi le ha confezionate in 45 pacchettini da 250 grammi l’uno, che ora ha messo in vendita. «Con il ricavato acquisteremo parmigiano, olio extravergine, dolci da aggiungere ai pacchi: sono beni che in pochi vengono a offrire». Chi per tutto l’anno fatica a rimediare l’indispensabile, almeno a Natale potrà godersi il lusso di grattugiare un po’ di parmigiano sulla pasta.

pietro.piovani@ilmessaggero.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA