Il giornale e la sua città: via al concorso fotografico del Messaggero dedicato ai lettori

Sabato 20 Ottobre 2018 di Alessandra Camilletti
Il giornale e la sua città: via al concorso fotografico del Messaggero dedicato ai lettori

Magari il luogo del cuore. Magari la piazza o una via a cui si lega un ricordo particolare. O magari invece una data, da fissare anche con una foto. O un fatto, raccontato su queste colonne. Riparte lunedì il concorso fotografico Il tuo Messaggero, giunto alla sua quinta edizione, che quest'anno avrà come tema Il giornale e la sua città. Un tema che si lega ai 140 anni di vita che Il Messaggero celebra proprio in questo 2018. Ed ecco, allora: un luogo, una data, un fatto. Fatta la scelta, Il Messaggero alla mano, non resterà che scattare la foto. Il soggetto del contest è proprio il quotidiano da sfogliare, da gustare, su cui soffermarsi. E da fotografare così che lo scatto lasci vedere un angolo di città.

Il quotidiano in primo piano e le bellezze della Capitale come sfondo. Il giornale e la sua città, appunto. Il quotidiano di Roma racconta Roma anche attraverso le immagini dei lettori. Scatti che, come tradizione vuole, diventeranno protagonisti nel calendario 2019 che verrà distribuito per l'inizio dell'anno in edicola con Il Messaggero. E qui scatta il concorso. A scandire i mesi del prossimo anno saranno le 12 foto più gettonate dagli utenti della pagina Facebook del giornale, a suon di like.

L'INVIO
Si comincia lunedì. E da lì il contest avrà una durata di sei settimane, fino al 2 dicembre. Per inviare le foto basterà digitare su Internet l'indirizzo https://contest.ilmessaggero.it/iltuomessaggero, link che comparirà tutti i giorni anche sul Messaggero.it e al quale si potrà da lì accedere. Sul sito anche tutte le informazioni utili. Le preferenze sulle foto si potranno invece esprimere dalla pagina Facebook de Il Messaggero. A decidere quali immagini verranno inserite nel calendario sarà dunque una platea vastissima, composta dagli oltre 900mila fan della pagina social. Carta e web, un unico filo.

Sarà ancora un modo per raccontare la città. Un viaggio da fare ancora una volta insieme, il giornale e i suoi lettori. Non resta che immaginare lo scatto. Qual è il momento preferito della vostra giornata per sfogliare il giornale? E dove lo leggete abitualmente? Si tratta di immortalare in un unico scatto entrambi i momenti. Voi e il giornale. Ed entrare così a far parte di una storia lunga 140 anni.

IL VIAGGIO
Una storia iniziata nel 1878, celebrata lo scorso 21 settembre con un inserto speciale e, il giorno precedente, con una grande festa a Cinecittà, ma anche con una nuova veste del Messaggero.it e con l'aggiunta, nel sito, di nuovi servizi dedicati agli utenti, dallo spazio Smart City - dove trovare tutte le informazioni utili sulla città - alla sezione MyPlay, che raccoglie tutto il meglio di e le produzioni video, fino alle Voci del Messaggero, la sezione degli audio che la redazione realizza ogni giorno. Il contest fotografico è una tappa ulteriore di questo viaggio che ha raccontato i più grandi fatti del mondo, dell'Italia e della Capitale. Il quotidiano difensore civico, fuori dagli schemi, in campo per i diritti dei cittadini. Denuncia e stimolo. Laicità. Indipendenza. È questo lo spirito di 140 anni di storia.

«Nessuno a Roma può fare alcunché, senza che il Messaggero lo registri», fu la frase che risuonò in città da subito, dopo la fondazione del quotidiano. La prima uscita in edicola il 16 dicembre 1878. Da allora un susseguirsi di eventi e la cronaca dei fatti sempre fedele allo spirito e ai principi del giornale, come alla vocazione di mettere Roma al centro. Il Messaggero sinonimo di quotidiano, di vita quotidiana, con la missione di raccontare l'ironia e quella forza di seduzione che rendono Roma una città unica al mondo. Anche negli scatti del contest fotografico. Pronti, via.

Ultimo aggiornamento: 10 Novembre, 15:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Lo squillo di Vasco

di Marco Molendini