Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Villa Reatina invasa dalle blatte, esplode il problema
Il video

Villa Reatina invasa dalle blatte, esplode il problema Il video
di Emanuele Laurenzi
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 6 Luglio 2022, 00:10

RIETI - Invasi dalle blatte. Insetti fastidiosi e decisamente “poco gradevoli” alla vista, che spuntano sistematicamente al calar della notte e, a centinaia, ricoprono strade e marciapiedi. E’ la realtà con la quale devono convivere da alcune settimane gli abitanti di Villa Reatina. «Non è la prima volta che accade, ma quello che stiamo vedendo nelle ultime settimane non ha precedenti», sbotta una residente che, nel denunciare l’accaduto, invia anche alcune foto scattate nelle sere scorse in via Oreste Di Fazio.

Video

«Ci siamo accorti di quello che stava succedendo alcuni giorni fa – spiega la residente – uscendo di sera per portare a spasso il cane. Abbiamo notato qualcosa che si muoveva sull’asfalto. Ci siamo avvicinati e abbiamo visto centinaia di blatte». Si tratta di insetti chiamati comunemente scarafaggi, piccoli animaletti che spesso sono attratti da sostanze dolci e da residui di cibo. «Abbiamo notato che questi insetti escono sempre di notte – raccontano i residenti – e, quando abbiamo provato ad illuminarli con una torcia o con le luci dei fari, scappano immediatamente e si rifugiano nei tombini». 

Un brutto segnale. La presenza di blatte non è un bel segnale: si tratta di insetti che possono veicolare anche infezioni alle persone in caso di contatto. Come detto la presenza di blatte non sarebbe una novità in quel di Villa Reatina. «Abbiamo provato a denunciare il problema alle autorità – spiega un residente – ma c’è stato un rimpallo continuo tra Asm, Asl e Comune. Abbiamo sentito altre persone del quartiere e ci hanno confermato che in passato, per risolvere il problema, sono dovute ricorrere a disinfestazioni private». Un brutto fenomeno, per il quale sarà necessario un controllo imminente per trovare una soluzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA