Scuola, anche a Rieti la riapertura slitta al 24 settembre. Cicchetti ha firnato l'ordinanza

Scuola
3 Minuti di Lettura
Giovedì 10 Settembre 2020, 14:00 - Ultimo aggiornamento: 20:13

RIETI - Il Comune di Rieti ha redatto l'ordinanza comunale per far slittare al 24 settembre la riapertura delle scuole nel capoluogo reatino. 

Ma ecco nel dettagkio quanto deciso dal sindaco di Rieti che ha firmato l’ordinanza di chiusura delle scuole, limitatamente alle attività di insegnamento, fino al 23 settembre 2020.

«Il 9 settembre il Comune di Rieti - si legge nell'ordinanza - ha ricevuto una nota dei dirigenti scolastici degli istituti superiori di Rieti con la quale si presentava istanza di posticipo dell’inizio delle lezioni dell’anno scolastico 2020-2021. Nella giornata odierna, l’Ente ha ricevuto una seconda nota a firma dei dirigenti scolastici degli Istituti comprensivi di Rieti attraverso la quale, esprimendo solidarietà ai colleghi degli Istituti superiori, si ribadiva la richiesta di posticipo dell’inizio delle lezioni. Infine, sempre nella giornata odierna è pervenuta al Comune di Rieti una ulteriore nota, con gli stessi intendimenti, del presidente della Provincia di Rieti, Mariano Calisse.

“Nelle scuole del I ciclo della Città grazie alla proficua collaborazione interistituzionale e all’impegno continuo di codesto Ente Locale – si legge testualmente nella nota dei dirigenti scolastici del 10 settembre 2020 – sono stati realizzati gli interventi di edilizia leggera necessari per poter accogliere i bambini delle scuole dell’infanzia e gli alunni delle Scuole Primarie e Secondarie. Tuttavia, malgrado gli sforzi profusi e i risultati raggiunti relativi all’adeguamento degli spazi scolastici, residuano dei profili di criticità estranei ai compiti di competenza del Comune di Rieti. I tempi ristretti, infatti, non consentono di operare con la necessaria accuratezza su tutti gli aspetti della prevenzione, in un momento in cui l’impegno è teso a garantire il rientro in sicurezza per i lavoratori e per gli alunni”.

Inoltre, i dirigenti scolastici nella nota evidenziano, tra i problemi, la carenza di organico derivante dai ritardi nel conferimento dei posti di ruolo e degli incarichi annuali, la mancanza di chiarezza sulla tematica dei “lavoratori fragili” e la coincidenza del ritorno in classe con la data del prossimo referendum.

Ribadendo che il Comune di Rieti, come confermato anche dai dirigenti degli Istituti comprensivi, ha provveduto ad effettuare tempestivamente tutti i lavori di propria competenza, ma ravvisando comunque le motivazioni oggettivamente rilevanti addotte dai dirigenti scolastici, il sindaco di Rieti, Antonio Cicchetti, ha firmato nel pomeriggio odierno un’ordinanza che dispone la chiusura, esclusivamente per quanto attiene lo svolgimento delle attività di insegnamento, degli Istituti Comprensivi e delle Scuole Superiori presenti sul territorio comunale fino al 23 settembre 2020.

Sono esclusi dall’ordinanza gli asili nido e le scuole paritarie del territorio cittadino (Bambin Gesù, Maestre Pie Venerine, Divino Amore, Santa Lucia, Asilo Maraini)».

Una decisione maturata quindi dopo le due lettere ricevute rispettivamente dai dirigenti scolastici delle scuole comunali (infanzia, elementari e medie) e dai presidi delle scuole superiori - entrambe pubblicate stamane da Il Messaggero - dove i dirigenti elencano la lunga serie di difficoltà con le quali si troverebbero a doversi confrontare nel caso in cui la ripartenza dell'anno scolastico venisse confermata per lunedì 14. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA