Ritrovato nel Tevere, il corpo senza vita della maestra Brunilde Pace. Era scomparsa l'11 settembre

Ritrovato nel Tevere, il corpo senza vita della maestra Brunilde Pace. Era scomparsa l'11 settembre
di Raffaella Di Claudio
1 Minuto di Lettura
Lunedì 13 Settembre 2021, 11:53

Rieti - Ritrovato nel fiume Tevere, all’interno della riserva Tevere Farfa nei pressi della foce del Farfa, il corpo senza vita della maestra Brunilde Pace, conosciutissima a Nazzano dove viveva e aveva lavorato per molti anni e nella vicina Poggio Mirteto. Si era allontanata da casa nella mattina dell’11 settembre e i familiari oltre a diffondere foto segnaletiche e informazioni via social avevano sporto denuncia presso la compagnia dei carabinieri di Poggio Mirteto. Da lì erano partite le ricerche affidate ai carabinieri di Torrita Tiberina e condotte insieme al nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco e ai volontari dell’associazione nazionale vigili del fuoco in congedo (Anvvfc) Valle del Tevere di Torrita Tiberina, in collaborazione con gli operatori della riserva naturale Regionale Tevere Farfa.

Nella mattinata di domenica l’automobile della donna, una Ford Ka, è stata rinvenuta nei pressi dell'approdo sul fiume Tevere, nel comune di Nazzano. Da lì sono iniziate le perlustrazioni in gommone grazie alle quali dopo poco due volontari dell’associazione di protezione civile Anvvfc, dando prova di grande professionalità, hanno trovato il corpo della donna. Immediatamente hanno avvisato carabinieri e vigili del fuoco che hanno portato a termine le operazione di recupero della salma. Secondo gli inquirenti si sarebbe trattato di un gesto estremo.

La notizia si è diffusa velocemente nei centri della Sabina romana e reatina, lasciando nel dolore parenti, amici e conoscenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA