Rieti, Terminillo: la rinascita delle piste di sci di fondo

Pista di fondo al Terminillo
di Daniela Melone
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 16 Dicembre 2020, 00:10

RIETI - Il Terminillo offre agli appassionati dello sci di fondo un paesaggio incantevole: 20 chilometri di piste articolate e gratuite, illuminate di notte e arricchite da un impianto di amplificazione. Ne è consapevole Maurizio Ramacogi, consigliere comunale, delegato all’Ambiente per l’amministrazione provinciale. «In Italia, e probabilmente anche in Europa, è difficile trovare piste da fondo belle come le nostre - commenta. - Piste totalmente battute e con larghezze idonee a permettere lo svolgimento di campionati. La Provincia ha impiegato tante risorse economiche, stiamo lavorando affinché tutto funzioni nel migliore dei modi. Abbiamo dato in gestione il servizio di battitura a una ditta esterna, che tra tante difficoltà sta facendo un ottimo lavoro. La montagna è una meta ambita, abbiamo in atto il discorso del Terminillo Stazione Montana e speriamo si arrivi presto alla sentenza positiva, con il parere favorevole della Regione».

Gli aspetti
Dai parcheggi ai bagni, passando per il prelievo di denaro contante, sono tante le questioni ancora irrisolte. «Stiamo studiando l’implementazione di corse che partano da Rieti - spiega il delegato provinciale - ho avuto un incontro con il presidente di Asm per poter elettrificare il Terminillo con navette elettriche. Ci sto lavorando insieme all’assessore all’Ambiente del Comune e al vicesindaco Sinibaldi». La neve ha attirato circa 20mila persone tra sabato e domenica, una invasione pacifica che ha provocato lunghe code da Lisciano a Pian de’ Valli. «Il plauso è per le forze dell’ordine, impegnate ore nella gestione dell’emergenza e per gli operai, da giorni al lavoro per rimuovere gli alberi caduti a causa della neve. Ce ne sono 5 fissi ogni giorno, indaffarati a rimuovere i rami. In una pista da fondo dove non c’è libero accesso ai mezzi le difficoltà si raddoppiano, c’è ancora qualche pezzo chiuso, ma per il prossimo fine settimana anche il sentiero planetario sarà battuto. Si sta lavorando per avere i bagni chimici e lo sportello bancomat. Poste Italiane ha dato il benestare per il Postamat e anche un istituto di credito si è detto interessato: nelle prossime settimane avremo importanti novità». Ieri è salito a Terminillo anche Luca Cordero di Montezemolo, per una visita privata. «Gli ho dato il benvenuto - prosegue Ramacogi - mancava dagli anni ’70 e aveva voglia di riscoprire i posti che frequentava un tempo e che aveva visto al centro dell’attenzione mediatica. Probabilmente tornerà. È venuto da turista, ma magari ha progetti di investimento nel territorio: chiunque venga con questi propositi è ben accetto. La Provincia di Rieti sta lavorando per rendere la montagna una importante stazione turistica sia invernale che estiva».

© RIPRODUZIONE RISERVATA