Rieti, Canneto fa tris al Grotti
che recrimina per l'arbitraggio.
Prima: commenti XIV giornata

Lunedì 14 Gennaio 2019 di Raffaele Passaro

Nella penultima giornata, la 14esima, del girone d’andata del campionato di Prima categoria, compie un mezzo passo falso la capolista Futbol Montesacro, che pareggia contro Ginestra, mentre ne approfitta Bf Sport, che batte in rimonta Poggio Nativo. Sconfitta con polemiche per Grotti, battuta in casa dall’Atletico Canneto, mentre a Roma è il Castrum Monterotondo a vincere il derby contro Fidene. Rinviata, per impraticabilità del “Tilesi” a causa del ghiaccio e della neve, il match tra Amatrice ed Alba Sant’Elia, mentre la sfida tra Capradosso e Mideporte Colle Salario è stata sospesa ad una decina di minuti circa dal 90esimo a causa di un parapiglia, quando il punteggio era fermo sul 3-1 per i reatini. Bisognerà, perciò, aspettare le decisioni del Giudice Sportivo. 

COMMENTI, XIV GIORNATA, GIRONE C

Amatrice-Alba Sant’Elia
Rinviata per impraticabilità del campo

Bf Sport-Poggio Nativo  3-1
Antonacci, Cavallari, Alessandrini (BF), Ciavattieri (PN)
Davide Colantoni (Allenatore Bf Sport): «Partita e vittoria di valore particolare. Per me era un derby (essendo di Poggio Nativo) ed era una partita che temevo moltissimo, visto la struttura, i giocatori, le ambizioni e gli investimenti di cui ha disposto il Poggio Nativo. La gara è stata un monologo, dove siamo riusciti dapprima a regalare il vantaggio agli avversari con uno spiacevole svarione difensivo e poi nel recuperare il risultato e capovolgerlo in 25’, sciupando anche almeno 4 o 5 palle nitidissime da rete, senza concedere niente agli avversari. Ci tengo a precisare che ambo le parti ci sono state delle assenze importanti che potevano rendere la gara ancora piu bella ed interessante e che, nel corso del primo tempo, l'espulsione (sacrosanta) di Mevoli sicuramente ci ha spianato la strada, senza comunque togliere niente alla grande reazione e prova di carattere tecnico-tattica che hanno avuto i miei ragazzi. Adesso, subito testa alla prossima gara, nella quale affronteremo la prima della classe».
Antonio Domenici (Allenatore Poggio Nativo): «Potrei stare qui a raccontare di una partita condizionata dalle nostre troppe assenze, da un loro gol in evidente fuorigioco, da una gestione dei cartellini gialli imbarazzante, da una gestione arbitrale davvero offensiva, dall'ennesima nostra partita piena di sfortuna. Però quando perdi, devi rendere onore ai vincitori. E quindi complimenti a loro per la partita fatta e la vittoria ottenuta: sono un'ottima squadra, forse la migliore, come dissi ad agosto; un gran bel gruppo di giocatori, ben gestiti dall'amico Colantoni che secondo me sa il fatto suo più di quanto si crede. Bf ha fatto un grande secondo tempo, meritando i tre punti e strappandoli con voglia ed intelligenza tattica. Ho un solo rammarico: aver giocato l'ennesima partita, oltre 70 minuti, in dieci contro undici. Questo è il rimprovero che mi faccio! Sono davvero “un pollo”: l'essere troppo buono non sempre paga...non voglio aggiungere altro. Per il resto, complimenti e grazie a tutti i miei ragazzi per averci provato con ogni energia, specie ai giovani juniores ed a chi, come Mostarda, Innocenzi e Paolucci, era in piedi perché ormai questa maglia la considera una seconda pelle. A loro, ed a tutti, il mio grazie di cuore: chi non mi molla...prima o poi lo ripagherò!».

Capradosso-Mideporte Colle Salario 
Sospesa per rissa al 78' sul punteggio di 3-1
La società Capradosso non rilascia alcuna dichiarazione.
Valerio Creati (Direttore Tecnico Mideporte): «Siamo partiti bene nel primo tempo, sbagliando purtroppo 3-4 nitide occasioni da gol. Nella ripresa, dopo pochi minuti, su, a parere nostro, 4-5 metri di fuorigioco, un giocatore avversario si è procurato un giusto calcio di rigore, che i nostri avversari hanno siglato. Purtroppo, però, pesa la posizione del loro giocatore, come detto a nostro avviso in evidente fuorigioco. Subito dopo, ci è stato assegnato un calcio di rigore a nostro favore ma, come hanno detto i nostri avversari, era dubbio e noi accettiamo sportivamente questo loro pensiero. Subito dopo, a causa di un’amnesia difensiva, abbiamo subìto il 2-1 e, a causa di un ulteriore errore difensivo, i nostri avversari hanno siglato il 3-1. Come già detto, intorno all’80’ si è scatenata una mini-rissa, non troppo cattiva, che però è bastata al direttore di gara per sospendere il match. Di sicuro, i soggetti coinvolti sono più per i nostri avversari che per noi...».

Castrum Monterotondo-Fidene  3-2
3 Scarafile (CM), Novelli, Ciccanti (F)
Daniele Benigni (Vice-Allenatore Castrum Monterotondo): «È stata una partite molto combattuta e lo si vede anche dal risultato. Siamo andati in duplice vantaggio nel primo tempo con due bellissimi gol di Scarafile e, prima della pausa, i nostri avversari hanno accorciato con un calcio di rigore. Nella ripresa, siamo rimasti in 10 a causa di una doppia ammonizione e la seconda ammonizione è arrivata a causa di una protesta alquanto discutibile. Siamo, però, riusciti a portarci sul 3-1 con un altro bellissimo gol di Scarafile e, subito dopo, è arrivato il 3-2 del Fidene. Abbiamo resistito fino alla fine per evitare il loro pareggio. Siamo stati stoici, poiché in 10 siamo riusciti a vincere un match contro un’ottima squadra, questo mi preme dirlo. Ieri si sono affrontate due squadre che fanno del gioco la loro arma migliore. Forse, ci abbiamo messo un pizzico di determinazione in più, rispetto ai nostri avversari, ma entrambe le formazioni volevano i 3 punti. Vogliamo ringraziare tutti i ragazzi, che sono stati eroici, poiché sono riusciti a portare a casa una vittoria nonostante in inferiorità numerica e contro una grande squadra. I ragazzi sono sempre disponibilissimi per gli allenamenti e, ciò che si fa in questi allenamenti, vanno poi a riflettere sulle partite la domenica. Continuiamo così, perché vogliamo dire la nostra contro ogni squadra, pensando e giocando domenica dopo domenica».
Angelo De Marco (Direttore Generale Fidene): «Abbiamo accusato un po’ la pressione dell’importanza della partita. Fortunatamente, le squadre che ci sono davanti hanno un po’ rallentato e perciò non è perso tutto. Nel primo tempo siamo stato un po’ troppo impacciati, lenti, dove non siamo riusciti, a causa del nervosismo e della frenesia, ad applicare tutto ciò che abbiamo provato in allenamento. Nella ripresa, anche grazie a qualche cambio e alla nostra superiorità numerica, siamo stati vicini a riprendere la gara ma, grande gol del 3-1, ci ha spezzato le gambe. Sappiamo che non siamo la squadra vista nelle prime 4 partite del girone ma, comunque, abbiamo perso contro un’ottima squadra, che non merita quel posto in classifica, quadrata e con buonissimi giocatori, giovani ma esperti, come Magurno, che lo scorso anno giocava in Eccellenza. Infine, forse la scelta arbitrale non è stata eccellente, in quanto forse per queste partite bisognava scegliere un arbitro magari più “anziano” ma di certo con più esperienza...magari si sarebbe potuta evitare qualche perdita di tempo o qualche simulazione di troppo. Nonostante la sconfitta, ora guardiamo avanti, testa bassa e pensiamo al fatto che abbiamo ancora tutto un girone di ritorno per dire la nostra anche perché, anche dopo il match di ieri, abbiamo ricevuto i graditi complimenti dei nostri avversari».

Ginestra-Futbol Montesacro  1-1
Fiordiponti (G), Di Presa (FM)
Giancarlo Leoni (Allenatore Ginestra): «Anche nel match di ieri siamo usciti delusi, non nella prestazione ma solo nel risultato...è una situazione strana quella del Ginestra: riceviamo complimenti ad ogni fine gara dagli avversari e da chi ci segue ma poi, fondamentalmente, a casa portiamo poco. Anche nel match di ieri è andata cosi...abbiamo preparato la partita al meglio in settimana, guardandoci negli occhi, allenandoci bene e i risultati si sono visti; meritavamo di più, soprattutto perché davanti a noi avevamo la prima della classe, ma nel calcio contano gli episodi. Dopo il gol, abbiamo chiuso un primo tempo fantastico, di personalità, dimostrando che stiamo facendo un lavoro importante. Nel secondo tempo potevamo sfruttare al meglio 2-3 ripartenze per chiuderla e, invece, abbiamo subìto un gol da fallo laterale, dove la carica sul portiere mi è sembrata netta ma non per l'arbitro...il batti e ribatti in area ha favorito i nostri avversari per l’1-1 definitivo...i complimenti sono ovviamente per tutti, anche per chi non ha giocato; abbiamo consapevolezza dei nostri mezzi e dei nostri limiti: se saremo capaci di superarli avremo vinto il nostro campionato...complimenti al Montesacro: sempre ben messi in campo e capaci di ottenere il pareggio, credendoci fino alla fine».
Luca Ghergo (Vice-Allenatore Futbol Montesacro): «Per tre mesi consecutivi e oltre abbiamo centrato solo vittorie e, quando è così, è normale che i calciatori vogliano vincere ogni domenica...torniamo a casa con un punto comunque importante, conquistato contro una squadra che dal primo all'ultimo minuto ci ha impegnato seriamente. I nostri ragazzi hanno avuto il merito di non mollare, nonostante stessimo vacillando, riuscendo a trovare il pari con il subentrato Di Presa, che si merita questa soddisfazione per il grande attaccamento e impegno che ha sempre profuso per questa squadra».

Grotti-Atletico Canneto  1-3
Camara (G), Pandimiglio, Valzecchi, Gattarelli (AC)
Pierluigi Pandolfi (Dirigente Grotti): «Sono ancora demoralizzato per ciò che succede sui campi di gioco. Per questa partita, è accaduto tutto come nel match contro Fidene quindi: partita corretta, meglio giocata da noi...e il direttore di gara contro! A causa del terreno più scivoloso, l’arbitro ha assegnato un calcio di rigore ai nostri avversari quando il giocatore ospite non era neanche caduto del tutto. Inoltre, ci ha anche espulso due nostri giocatori per proteste...adesso basta subire queste ingiustizie! Non voglio dire che hanno ragione i miei ragazzi ma così non può andare...i primi a dare l’esempio di correttezza devono essere gli arbitri ma sembra che non sia così. Di solito, non parlo mai degli arbitri, sia che perda o che vinca ma così non può andare...queste situazioni devono cambiare!».
Massimiliano Tocci (Allenatore Atletico Canneto): «Partita difficile, su un campo ghiacciato. Nel primo tempo abbiamo faticato, forse anche a causa della paura di farsi male. Nella ripresa, dopo una strigliata negli spogliatoi, la squadra si è ripresa. Siamo riusciti a siglare il primo gol, gran gol di Andrea Pandimiglio, e poi, però, i nostri avversari ci hanno pareggiato. La partita poi si è fatta equilibrata: i nostri avversari sono sì in difficoltà di classifica ma comunque in casa loro magari hanno messo più grinta. Subito dopo è stato fischiato un rigore a nostro favore (a parti invertite, avrei magari perso la testa per un rigore così) e i nostri avversari sono rimasti in 9 e da lì la partita si è messa in discesa per noi. Unica soddisfazione è aver fatto la quinta vittoria consecutiva ed aver agganciato il 4° posto, anche se dobbiamo stare attenti a non avere cali di tensione, perché queste partite possono essere delle trappole nel quale non dobbiamo cadere per non perdere punti importanti».

Riposo: Castel Giubileo e Poggio Mirteto

CLASSIFICA
Futbol Montesacro  32
Bf Sport*  31
Amatrice**  24
Atletico Canneto  20
Fidene  19
Castrum Monterotondo  17
Poggio Nativo, Ginestra  16
Mideporte Colle Salario  14
Capradosso, Alba Sant’Elia** 13
Mideporte Colle Salario 11
Poggio Mirteto  8
Castel Giubileo e Grotti* 2
* una gara in meno

PROSSIMO TURNO, XV GIORNATA, GIRONE C
Alba Sant’Elia-Ginestra
Atletico Canneto-Castrum Monterotondo
Fidene-Poggio Mirteto
Futbol Montesacro-Bf Sport
Mideporte Colle Salario-Grotti
Poggio Nativo-Castel Giubileo
Riposo: Amatrice e Capradosso © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Una mattina in ospedale a leggere libri ai bimbi malati

di Pietro Piovani