Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Si festeggia il quarantennale della nascita della Lilt reatina

I presidenti Schittulli e Zepponi
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 13 Aprile 2022, 09:33

RIETI - Un annullo postale con la data del 13 aprile 2022 sarà il simbolo della manifestazione odierna che segna il Quarantennale della nascita dell’Associazione di Rieti della Lilt, Lega Italiana per la Lotta contro i tumori ,con la partecipazione del Presidente nazionale dr. Francesco Schittulli, e del Direttore generale rag. Davide Rubinace.

L’incontro con la cittadinanza si svolgerà nella chiesa di San Giorgio cortesemente messa a disposizione dalla Fondazione Varrone con inizio alle ore 10,15.

Dopo la presentazione del vice presidente della Lilt Rieti Flavio Fosso e la visione di un video celebrativo, sarà la presidente della Consulta femminile avv. Barbara Pelagotti a moderare gli interventi che inizieranno dopo i saluti delle Autorità presenti.

Prenderà per primo la parola il dr. Schittulli che recentemente ha avuto la soddisfazione di presenziare a Roma il Centenario della Lega Italiana - culminato con le visite al presidente della Repubblica e al Papa - il quale riaffermerà i valori della prevenzione che sono alla base della Lilt.

Successivamente il coordinatore regionale del Lazio dr. Alfredo Cecconi affronterà il tema del decentramento e dell’importanza delle Associazioni provinciali.

Infine il presidente reatino dr. Enrico Zepponi, svolgerà un’ampia relazione che partendo dai primordi del lontano 1982, mette l’accento sulla progressione, che iniziata con i presidenti che si cono alternati alla guida della Lilt, ha portato negli ultimi anni a grandi progressi sul piano della prevenzione primaria e secondaria, con l’organizzazione di consulenza sanitaria preventiva, di tanta informazione, di ampliamento strutturale – costituzione della Consulta femminile – e geografica con l’organizzazione della Delegazione Sabina, affidata al dr. Luciano Fabrizi, già presente, giovanissimo nelle file della Lilt ai tempi della fondazione.

«Quaranta anni di vita per un’associazione provinciale di volontariato sono tanti – dice Enrico Zepponi – ma noi consideriamo questo traguardo un trampolino di lancio verso il futuro perché la lotta contro il tumore sarà ancora lunga. Ricordati con deferenza coloro che mi hanno preceduto voglio sottolineare l’impegno di tutti i componenti il direttivo, della Consulta femminile dei volontari e di tutti iscritti che garantiscono la vita futura all’Associazione di Rieti della Lilt».

Ai presenti sarà distribuita una cartolina con l’annullo postale odierno, quindi saranno aperte le sale della mostra delle opere del pittore reatino Antonino Calcagnadoro. Gli eventuali visitatori saranno guidati dalla prof.ssa Ines Millesimi che ha cortesemente accolto l’invito ad illustrare le opere esposte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA