Rieti, a Forano i rifugiati eritrei
sfollati dal palazzone di Roma
il sindaco: non possiamo accoglierli
e nessuno ci ha mai avvertito

Rieti, a Forano i rifugiati eritrei sfollati dal palazzone di Roma il sindaco: non possiamo accoglierli e nessuno ci ha mai avvertito
2 Minuti di Lettura
Venerdì 25 Agosto 2017, 16:07 - Ultimo aggiornamento: 18:30

RIETI - I circa 40 migranti sgomberati dall'immobile di via Curtatone a Roma che si trovano in condizioni di particolare disagio e fragilità potranno trovare alloggio in sei villette in una località in provincia di Rieti, per la precisione a Gavignano, nel comune di Forano.

E' questa, a quanto si apprende, la soluzione oggetto dell'accordo tra Campidoglio e la società Sea, che gestisce l'immobile sgomberato a Roma e occupato da 4 anni da migranti, per la maggior parte richiedenti asilo. Ora che è stata sottoscritta l'intesa si porterà a termine l'interlocuzione, già avviata in fase preliminare, con i migranti in condizioni di fragilità che potranno e vorranno accedervi.

LE REAZIONI
«Sono assolutamente contrario a un'ipotesi del genere, come peraltro ho detto al Prefetto di Rieti, perché la comunità non l'accetterebbe e non per un problema di razzismo ma per oggettivi problemi caratterizzati già dall'elevato numero di migranti ospitati a Forano».
Così all'Ansa il sindaco di Forano, Marco Cortella (Pd), in merito all'ipotesi di ospitare nella frazione di Gavignano di
Forano i migranti sgomberati a Roma in via Curtatone lamentando, tra
l'altro, di non esserne stato informato.

«Siamo di fronte all'inciviltà istituzionale, in quanto né io né il Prefetto di Rieti, da me contattato telefonicamente, eravamo a conoscenza di questo presunto accordo tra il Comune di Roma e la Sea srl, per trasferire migranti sgomberati a Roma a Gavignano di Forano».
E' quanto afferma il sindaco di Forano, Marco Cortella. «E' inaccettabile assistere a comportamenti e decisioni calate dall'alto - aggiunge il sindaco di Forano - che hanno una ricaduta devastante sulla
sostenibilità sociale della comunità che mi onoro di rappresentare in spregio alla dignità di quest'ultima. La comunità foranese già affronta il problema migratorio ospitando 40 richiedenti asilo a fronte di 3168 residenti pertanto oltre l'1% della popolazione e ben al di sopra della percentuale fissata dal Ministero dell'Interno del 3 per mille per ogni

«Ho avuto modo di sentire telefonicamente Vincenzo Secci della Sea srl il quale mi ha informato che ancora non c'è
nessun accordo con il Comune di Roma, in quanto peraltro le abitazioni gli sono state richieste gratuitamente, mi avrebbe fatto sapere eventuali aggiornamenti». E' quanto afferma il sindaco di Forano, Marco Cortella, in merito alla destinazione dei migranti sgomberati da via Curtatone, a Roma, e destinati a Gavignano di Forano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA