Rieti, bloccato 18 ore al pronto soccorso
del de Lellis con una tibia fratturata
Per farsi curare costretto a pagare
un'ambulanza e andare a Roma

Mercoledì 12 Dicembre 2018 di Emanuele Laurenzi
RIETI - Bloccato al pronto soccorso per 18 ore, con la tibia fratturata in tre parti, senza che nessuno lo aiutasse a far diminuire il dolore. «Ho sofferto come un cane. Ho visto cose scandalose e questa situazione va denunciata. Non si può andare avanti così».

E’ l’inizio del racconto shock di un giovane reatino che, dopo una banale caduta, è finito al pronto soccorso del de Lellis. La fine della storia? La fuga da Rieti. Ovviamente a proprie spese.

IL SERVIZIO COMPLETO NELL'EDIZIONE
DE IL MESSAGGERO DI RIETI IN EDICOLA
OGGI, MERCOLEDI' 12 DICEMBRE
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il percorso ad ostacoli dei turisti della Capitale

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma