Ausiliario arrestato in ospedale per peculato, le indagini in Sicilia condotte da un capitano di Rieti

Il capitano Giorgia De Acutis
2 Minuti di Lettura
Venerdì 3 Dicembre 2021, 12:20 - Ultimo aggiornamento: 14:25

RIETI - E' una reatina di 30 anni il capitano dei carabinieri che comanda la Compagnia di Caltagirone, in Sicilia, che ha condotto le indagini culminate questa mattina con l'arresto per peculato di un ausiliario in servizio nell'ospedale siciliano, indagato per peculato. L'ufficiale, Giorgia De Acutis, ha ricostruito i passaggi cruciali dell'inchiesta nel corso del notiziario Rai del Gr1, spiegando come si è arriva all'arresto dell'uomo, V.P., 61 anni, nella cui casa i militari dell'Arma hanno trovato una grande quantità di farmaci di vario genere, gran parte dei quali ad uso esclusivo ospedaliero".

Le indagini, supportate da intercettazioni telefoniche e di accertamenti eseguiti da carabinieri del Nucleo antisofisticazione e sanità di Catania, sono state portate a termine sotto la direzione del capitano De Acutis, arrivata alla guida della compagnia siciliana nel giugno scorso dopo un periodo di servizio effettuato a Torino, con il coordinamento del procuratore Giuseppe Verzera e del sostituto Alessandro Di Fede, che hanno richiesto e ottenuto l'emissione dell'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari. L'indagato era già stato coinvolto in un'indagine per istigazione alla corruzione all'interno dell'ospedale di Caltagirone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA